Napoli, sfonda la vetrata dell'obitorio con l'auto per vedere parente deceduta

Gli impediscono di vedere la parente deceduta in ospedale a causa della tarda ora e lui si mette in macchina, prende la rincorsa, e si scaglia contro la vetrata dell'obitorio mandandola in frantumi. E' successo poco prima della mezzanotte di ieri nell'ospedale San Paolo di Napoli.

Dopo la notizia del decesso, all'esterno della struttura si sono radunate alcune decine di persone, parenti della donna, che sono andati in escandescenza dopo il diniego da parte della direzione di accedere alla camera mortuaria per vedere la congiunta, considerata la tarda ora.

Uno di loro, al culmine delle tensioni, si è messo in auto, ha preso la rincorsa e ha infranto la vetrata dell'obitorio. La guardia giurata in servizio ha subito avvertito la Polizia: sono intervenuti i poliziotti del commissariato Bagnoli che, dopo avere acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza, sono ora sulle tracce dell'uomo.
Gioved├Č 22 Settembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 23-09-2016 12:49

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2016-09-22 19:21:17
Ha fatto bene.
2016-09-22 16:29:24
ecco, questo doveva succedere prima. ma pretendere che la guardia ti porti a fare la visita nell'obitorio mi sembra un tantino eccessivo.
2016-09-22 16:28:17
certo,ora la guardia giurata di notte deve mettersi a fare la visita guidata nell'obitorio.
2016-09-22 14:55:39
Credo i parenti abbiano il diritto di vedere la loro congiunta appena morta. Se non si poteva fare in obitorio dovevano farli entrare in una stanza dell'ospedale prima di portarcela, per l'ultimo saluto e comunque per poter verificare le condizioni della defunta.
2016-09-22 14:26:27
non capisco chi difende questo energumeno: ci sono delle regole? in un paese civile si rispettano. a mezzanotte si pretende di entrare ovunque come se fosse casa propria?
9
  • 241
QUICKMAP