Milano, l'ergastolano Vallanzasca aggredisce un poliziotto penitenziario

Venerdì 25 Agosto 2017
9

Renato Vallanzasca ha aggredito questa mattina, intorno alle 10.30, nel carcere di Milano Bollate, un agente di polizia penitenziaria in servizio nel settore dove i detenuti effettuano i colloqui con i propri familiari chiamato «Area verde». A dare notizia è l'Osapp, Organizzazione sindacale autonoma Polizia penitenziaria, per voce del segretario generale Leo Beneduci.
Vallanzasca ha 67 anni em a partire dagli anni Settanta, è stato autore di numerosi sequestri di persona. È stato condannato, complessivamente, a quattro ergastoli e 295 anni di reclusione
Durante un controllo di routine, il detenuto avrebbe inveito contro il poliziotto penitenziario, scagliandogli contro la borsa che aveva con sé e il suo contenuto, colpendo l'agente ad una gamba. L'episodio ha provocato attimi di tensione in un settore ove c'erano familiari e detenuti. L'agente ha dovuto lasciare il servizio per il trauma riportato alla gamba. «Anche nel cosiddetto carcere modello, constatiamo una aggressione in danno di un agente da parte di Vallanzasca - commenta Beneduci - il quale, con la solita spavalderia, ha dato modo di parlare di sé, dimostrando il disprezzo per il lavoro che gli agenti e gli operatori in un istituto devono fare».

Ultimo aggiornamento: 27 Agosto, 10:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA