Fasano, tir invade la corsia opposta e fa 5 morti: arrestato conducente

Domenica 13 Dicembre 2015
1

È stato arrestato dagli agenti della Polizia stradale di Brindisi e del Commissariato di Ostuni D.F., 57 anni, il conducente dell'autotreno il cui rimorchio ieri sulla strada statale 379, all'altezza di Fasano, ha invaso la carreggiata opposta, andando a travolgere i veicoli che provenivano dal senso opposto di marcia. 
 

 

Nell'incidente sono morte cinque persone tra le quali un giovane di 21 anni. O.L. che era alla guida di una Peugeot e viaggiava da solo, e la piccola V.C., 3 anni, che si trovava su una Opel Zafira, morta all'ospedale di Ostuni. Alla guida c'era il nonno M. V., 71 anni, morto all'ospedale di Brindisi, la moglie M. R. 74 anni, e una zia della madre della piccola M.A., 74, morte sul posto. L'autotreno cisterna trasportava olio. L'uomo deve rispondere di omicidio colposo plurimo.

La piccola vittima è figlia del consigliere regionale del Movimento Cinque stelle Cristian Casili. Sulla stessa auto c'era la moglie di quest'ultimo e madre della bimba, M.M., 45 anni, che è rimasta ferita con una prognosi di 40 giorni ed è ricoverata all'ospedale Perrino di Brindisi. La famiglia del consigliere è residente a Tuglie, in provincia di Lecce. Una terza vettura, una Opel Corsa è rimasta coinvolta nell'incidente. Il conducente R.L. 62 anni, e altre due persone, R.D di 29 anni, e P.C. di 64, sono rimasti illesi. Da quanto emerso il conducente del tir ha perso il controllo del mezzo pesante. Il pesante rimorchio ha oltrepassato lo spartitraffico centrale invadendo la carreggiata opposta. Sull'incidente indaga il sostituto procuratore della Repubblica del tribunale di Brindisi, Luca Buccheri.

Ultimo aggiornamento: 20:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma