La passione per il poker tradisce un ricercato: arrestato al casinò

Lunedì 7 Maggio 2018
1

MILANO I carabinieri lo cercavano da mesi e lui è sempre riuscito a farla franca. Ma a tradirlo, alla fine, è stata la sua grande passione: il poker. Un uomo di 45 anni di Torino, ricercato da febbraio 2018 perché si era sottratto all’ordine di custodia cautelare ai domiciliari, è stato fermato dagli uomini dell’Arma al casinò di Campione d’Italia. Quando le forze dell’ordine sono arrivate, stava partecipando a un torneo di poker.

La possibile presenza dell’uomo nel casinò è stata segnalata dai carabinieri di Imperia, dove attualmente ha la residenza. E così, dopo tre mesi di latitanza, la sua fuga è finita davanti al tavolo verde, tra scale reali e fiches. Sapeva di correre un grosso rischio partecipando al torneo organizzato dalla casa da gioco di Campione, ma il richiamo del poker è stato irresistibile. I carabinieri lo hanno identificato e bloccato proprio nel bel mezzo della competizione e così dopo tre mesi la sua fuga è finita: il quarantacinquenne è stato portato nel carcere di Como, dove sconterà la condanna di sei mesi per aver violato gli obblighi di assistenza familiare.

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 08:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA