M5S

​Elezioni in Umbria, da regione rossa a regione verde: le tre chiavi del voto

Venerdì 18 Ottobre 2019 di Mario Ajello
​Elezioni in Umbria, da regione rossa a regione verde: le tre chiavi del voto

Umbria da regione rossa a regione verde, dalla sinistra alla Lega. Questo dicono i pronostici sul voto di domenica 27 ottobre. E i motivi di questo probabile passaggio storico sono principalmente tre, come evidenziato anche da "Gli Stati Generali": la meridionalizzazione dell’Umbra; l’interruzione dell’alternanza; il primato della destra nella comunicazione politica online.

Fattore numero uno. Come la Campania, la Calabria, la Basilicata e così via, questa regione è un territorio di emigrazione. Un territorio dal quale si parte, per poi non tornare. Come in tante città e regioni del Meridione, è un territorio dove la disoccupazione giovanile si è avvicinata pericolosamente alla soglia del 50%. Sono oramai almeno 10 anni che una fetta molto significativa di giovani umbri, principalmente quelli che vivono nell’Umbria meridionale, emigra nel Nord Italia o all’estero, senza poi avere l’opportunità di rientrare.

Fattore numero due. Non c’è mai stato ricambio politico in Umbria. Sempre la sinistra dopo la sinistra. Per 50 anni. Ora anche chi ha sempre votato a sinistra vuole cambiare.

Fattore numero tre. Negli ultimi anni, in Umbria, solo la destra ha investito convintamente e in maniera efficace sulla comunicazione politica online. Che è diventata capillare. Nel frattempo, nei territori umbri buona parte della sinistra di governo continuava a considerare la comunicazione, ossia il mettersi in relazione con gli elettori, come una semplice perdita di tempo. Errore fatale. “E ora tocca a noi governare questa regione - ha detto ieri Berlusconi - e facciamo un favore alla sinistra: così si sveglia e si rinnova”.

Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 18:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma