MATTEO SALVINI

Elezioni Umbria, la mossa della Lega per far cadere il governo

Martedì 29 Ottobre 2019 di Mario Ajello

La vittoria in Umbria, ok. L’eventuale vittoria in Emilia Romagna, ok. La battaglia dura e pura in Parlamento, ok. Qualche altra manifestazione grande come quella di Piazza San Giovanni, ok. Ma bastano tutte queste cose - ci si chiede ai piani alti della Lega - importanti e destabilizzanti nei confronti del governo, per farlo cadere sul serio? La risposta in casa Salvini è no. Perciò il segretario e i big stanno puntando anche su un’altra strada. Strappare una decina di senatori a M5S e togliere così al governo i numeri parlamentari per stare in piedi.

Elezioni Umbria, alla Lega 86 Comuni su 92. M5S, meno 75% di consensi

Secondo i rumors, starebbero lavorando in diversi, l’ex ministro Centinaio per esempio, a questo scouting. E le risposte che i cacciatori leghisti ricevono dai grillini attenzionati non sono di chiusura ma interlocutorie e in fondo incoraggianti: “Vediamo come si evolve la situazione, vediamo che cosa accade nel giro di gennaio in Emilia....”. I vertici stellati sono comunque preoccupati. Ufficialmente Di Maio assicura che il gruppo M5S è granitico. Ma così non è.

© RIPRODUZIONE RISERVATA