Di Maio positivo al Covid a Natale, è guarito: «Sta bene, da domani sarà al Ministero»

Contagiato anche il ministro dei Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà

Di Maio positivo al Covid a Natale, è guarito: «Sta bene, da domani sarà al Ministero»
3 Minuti di Lettura
Sabato 8 Gennaio 2022, 18:01 - Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio, 13:32

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha avuto il Covid ma è già guarito ed ora è negativo e «sta bene». Dopo aver contratto il virus nel periodo natalizio, a quanto si apprende, il titolare della Farnesina nelle ultime 24 ore ha effettuato il test anti Covid che ha dato esito negativo. «Sta bene, da domani sarà al Ministero», confermano dal suo staff.

Federico D'Incà è affetto dal Covid. Il ministro dei Rapporti con il Parlamento ha contratto il virus benché abbia già fatto la terza dose, ed è in isolamento nella sua casa di Belluno da qualche giorno. D'Incà che ha qualche sintomo leggero della malattia, nei prossimi giorni si sottoporrà al test molecolare per vedere se il virus è regredito.

Di Maio: vaccino è unico antidoto

«In molti mi state scrivendo, vi ringrazio per tutti questi messaggi e per il pensiero che mi state dedicando. Sono stato positivo al covid, ma voglio tranquillizzarvi: sto bene, il mio ultimo tampone è negativo e già da domani tornerò a lavorare in presenza al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale». Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. «L'aumento dei contagi, anche causato dalla variante Omicron, ci deve spingere ad alzare ancora di più il livello di guardia. Il virus è silente e si trasmette con velocità, per questo vi prego di fare attenzione e di vaccinarvi. Tutelate voi stessi, le persone care e il prossimo. È la vita stessa che va tutelata. Non c'è spazio per strane teorie - prosegue Di Maio -, qui ci sono solo la salute e la scienza, ed un unico antidoto al virus: il vaccino. È grazie a questa arma che si riescono a contenere il Covid e i suoi effetti più gravi. Sensibilizziamo più persone possibili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA