Pornostar giapponese Saki Sudo arrestata: avrebbe avvelenato e ucciso il marito milionario

Arrestata la pornostar giapponese Saki Sudo: avrebbe avvelenato e ucciso il marito 77enne
3 Minuti di Lettura
Lunedì 24 Maggio 2021, 17:18 - Ultimo aggiornamento: 18:40

È finita in manette l'attrice porno giapponese Saki Sudo, 25 anni, accusata dell'omicidio dell'allora marito Kosuke Nozaki nel maggio del 2018. Quest'ultimo, 77 anni, era conosciuto in Giappone come il "Don Giovanni di Kishu" per le sue abilità da seduttore: nella sua autobiografia racconta di aver speso 3 miliardi di yen (22,7 milioni di euro) per conquistare circa 4mila donne. Nozaki fu trovato senza vita nel suo appartamento e, secondo quanto riferiscono i media giapponesi, da subito i sospetti si sono concentrati sulla moglie. Fino alla svolta nelle indagini, che ha portato all'arresto di Saki Sudo nelle scorse settimane.

Avellino, ucciso nel sonno da figlia e fidanzato: la coppia voleva sterminare la famiglia

La dinamica - L'autopsia rilevò nel corpo del 77enne grandi quantità di sostanze stimolanti, le stesse che secondo la polizia erano erano state in precedenza cercate su internet dalla moglie. Inoltre la geolocalizzazione del suo cellulare indica che la giovane donna si trovava a Tanabe, nella prefettura di Wakayama, nell'ora e il luogo in cui si ritiene abbia incontrato il trafficante sospettato di averle venduto gli stimolanti. Infine le telecamere di sorveglianza della casa di Nozake indicano che la coppia è rimasta sola per quattro ore, in coincidenza con la cena in cui l'uomo sarebbe stato avvelenato. 

Gli inquirenti sospettano pertanto che possa essere stata proprio Saki Sudo a somministrare le sostanze al marito, allo scopo di ucciderlo e appropriarsi dell'eredità milionaria che lui avrebbe voluto lasciare alla cittadina di Tanabe, dove risiedeva. La donna, secondo quanto ricostruito, nelle ore immediatamente successive alla morte di Nozaki cercò anche di lasciare il Giappone. Saki Sudo avrebbe premeditato l'omicidio ben prima delle nozze, tenendo in seguito la famiglia all'oscuro del matrimonio, così come della sua professione da pornostar

Diventata vedova, Saki Sudo aveva assunto la guida delle società del defunto, un magnate dei liquori e del settore immobiliare. La giovane donna si dice innocente e il processo si basa per ora solo su prove indiziarie. Nozaki era un personaggio molto noto in Giappone, dove faceva sfoggio delle sue numerose relazioni femminili. Nel 2016 aveva pubblicato un'autobiografia intitolata: «Don Giovanni del Kishu: l'uomo che ha dato 3 miliardi di yen a 4mila belle donne». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA