Torino, uccide la moglie in casa a colpi di pistola. ​Si stavano separando

foto

Torino, una guardia giurata ha ucciso oggi la moglie in casa sparandole alcuni colpi di pistola. Il femminicidio è avvenuto nell'appartamento della coppia, in corso Novara 87, nel quartiere Barriera di Milano, periferia nord del capoluogo piemontese. L'uomo, di 50 anni, è già stato fermato dalla polizia.

Da una primissima ricostruzione degli investigatori, il vigilante 50enne avrebbe impugnato la pistola al culmine di una lite con la moglie, sparando i 5 colpi verso la consorte da distanza ravvicinata.

 

Torino, guardia giurata uccide la moglie in casa a colpi di pistola. ​Si stavano separando

 

 

L'allarme dai vicini

 

Contro la donna l'uomo avrebbe esploso almeno 5 colpi. A dare l'allarme sarebbero stati alcuni vicini.

 

Si stavano separando

 

La vittima del femminicidio di Torino aveva 48 anni. Si era separata dal marito da alcuni mesi, secondo quanto si è appreso sul posto, ma l'uomo era rimasto a vivere nello stesso condominio per restare vicino ai figli, di 25 e 16 anni.

«L'avevo vista dieci minuti prima - racconta in lacrime un'amica, parrucchiera in un negozio vicino - l'avevo salutata mentre rientrava a casa con le borse della spesa. Poi ho sentito i colpi di pistola. Il femminicidio è avvenuto in palazzo di corso Novara 87, nella parte nord della città, non lontano dal Cimitero Monumentale.

 

 

 

Movida, Gianluca Vacchi in consolle a Roma e il pubblico balla (senza mascherine)