Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mino Raiola, il ricordo di Oscar Damiani: «Ha sempre difeso e fatto il bene dei suoi giocatori»

Mino Raiola, il ricordo di Oscar Damiani: «Ha sempre difeso e fatto il bene dei suoi giocatori»
di Salvatore Riggio
2 Minuti di Lettura
Sabato 30 Aprile 2022, 17:45 - Ultimo aggiornamento: 18:32

«C’è grande tristezza per la morte di Mino». Sono le parole di Oscar Damiani, 72 anni il 15 giugno, che ricorda il collega e amico che non c’è più. Raiola è scomparso all’età di 54 anni. Raggiunto al telefono, Damiani (che qualche giorno fa aveva difeso uno dei suoi assistiti, Radu, per la papera di Bologna di mercoledì 27 aprile), ha raccontato gli inizi con Mino: «Noi due abbiamo iniziato insieme, davvero la tristezza è tanta. Abbiamo lavorato insieme portando Bryan Roy al Foggia nel 1992».

Mino Raiola, malattia, l'intervento a gennaio e il lungo ricovero al San Raffaele di Milano

Questa operazione di mercato è considerata la vera svolta di Raiola, che da quel giorno ha scalato il mondo del calcio, fino a diventare uno dei procuratori più potenti e temuti: «Sì, Mino è diventato un bravissimo procuratore e ha sempre difeso e fatto il bene dei suoi giocatori», ha aggiunto Damiani. Degli ultimi anni fu epica la diatriba con il Milan per il rinnovo di Donnarumma, che poi arrivò a 6,5 milioni di euro netti. Fino all’addio del portiere nell’estate scorsa per trasferirsi a parametro zero a Psg. «Il dolore per la scomparsa di Mino è davvero grande. Non si può dire altro», ha concluso Damiani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA