Jack Dorsey, hacker contro l'ad di Twitter: online messaggi razzisti e offensivi

Venerdì 30 Agosto 2019
Hackerato il profilo dell'ad di Twitter Jack Dorsey: online messaggi razzisti e offensivi

Attacco hacker contro Jack Dorsey, l'amministratore delegato di Twitter. Ad essere violato è stato proprio il profilo Twitter di Dorsey, dove sono stati postati tweet non autorizzati, alcuni dei quali offensivi e contenenti commenti razzisti. 
 


«Stiamo indagando», afferma un portavoce di Twitter e recita un "cinguettio" pubblicato dalla società. Twitter, impegnata a setacciare la sua piattaforma contro i messaggi d'odio, incappa nell'attacco hacker contro l'account del suo amministratore delegato, Jack Dorsey, dal quale sono partiti cinguettii offensivi e razzisti. Twitter ha impiegato circa 20 minuti per cancellare i messaggi. A rivendicare l'attacco è Chuckling Squad, un gruppo che in passato ha hackerato gli account di altre star, quali James Charles, Shane Dawson, Amanda Cerny e King Bach.

Fra i 15 tweet partiti dall'account di Dorsey uno recitava: «i nazisti non hanno fatto nulla di sbagliato», facendo il paio con uno dei tweet reali di Dorsey in cui ribadiva l'impegno della società ad «aiutare il benessere collettivo e una conversazione pubblica civile». Non è chiaro come e attraverso quale via l'attacco sia stato portato a termine, se tramite la piattaforma o tramite un'app terza che Dorsey ha usato per accedere al servizio. I tweet sono stati inviati via Cloudhopper, acquistata da Twitter nel 2010 per migliorare il suo servizio, e questo sembra indicare che l'intrusione è legata a un'app terza e non al furto della password di Dorsey. In ogni caso, per una società come Twitter che si è impegnata a fare della sicurezza la sua priorità, l'attacco è uno schiaffo che rischia di alimentare dubbi sugli sforzi dell'azienda.
 

Ultimo aggiornamento: 23:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA