L'adolescente disobbedisce ai genitori, la punizione social è crudele ma geniale

Lunedì 25 Novembre 2019
L'adolescente disobbedisce ai genitori, la punizione social è crudele ma geniale

Una punizione social decisamente crudele ma altrettanto divertente. È quello che hanno deciso i genitori di una ragazza di 15 anni che, senza il loro permesso, aveva organizzato in loro assenza un pigiama-party in compagnia di alcuni amici, compresi diversi ragazzi.

Follie sul web per "popolarità": «Ma la vita non vale un like»

Larry Sumpter e Tawyna Ford, che vivono in Texas, avevano quindi escogitato due modi per punire la loro figlia Madelynn, lasciando all'adolescente la scelta della punizione: un mese intero senza smartphone o due settimane senza usare i social network, lasciando la password e la possibilità di pubblicare contenuti ai genitori. Madelynn aveva quindi scelto la seconda possibilità, ma forse potrebbe essersi pentita molto presto.
 

 

Come riporta America OnLine, infatti, Larry aveva subito preso il controllo degli account della figlia su Instagram, su Snapchat e su Tik Tok. Alla fine, l'uomo ha iniziato a pubblicare contenuti imitando la figlia, postando selfie e video vestito come una adolescente, e gli aggiornamenti hanno iniziato a riscuotere anche un certo successo. Il caso ha rapidamente oltrepassato i confini nazionali, facendo diventare papà Larry un nuovo idolo del web. Per fortuna, proprio oggi, le due settimane di punizione sono finite ma chissà quanto tempo servirà a Madelynn per superare l'imbarazzo causato dal geniale genitore...

Ultimo aggiornamento: 26 Novembre, 10:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma