La donna di Pontenovo, giallo a sorpresa dell'ex Prefetto di Latina Antonio D'Acunto

La donna di Pontenovo, giallo a sorpresa dell'ex Prefetto di Latina Antonio D'Acunto
3 Minuti di Lettura
Lunedì 25 Ottobre 2021, 05:02 - Ultimo aggiornamento: 10:29

L'ex prefetto di Latina Antonio D'Acunto, autore del giallo La donna di Pontenovo ambientato sulle sponde dell'Adriatico, ha presentato ieri la sua creatura a Sabaudia. Un romanzo ambientato ad Ancona, città in cui ha trascorso il suo ultimo periodo lavorativo, frutto di pura fantasia sprigionatasi durante i periodi più bui della pandemia Covid. Pubblicato quest'anno da Edizioni Affinità Elettive è già in ristampa. La storia ruota attorno al rinvenimento del cadavere di una donna, senza nome e senza storia, e all'indagine condotta dal commissario di Polizia Ludovico D'Amico, detto Lud, investigatore specializzato nei traffici di droga.

«Mentre scrivevo pensavo ai tanti fatti reali di cui mi sono occupato, e invece è venuto fuori - e non so spiegarlo neanche io come, sorprendendomi - un romanzo giallo. Non sono un giallista, leggo solo di storia romana. E' venuto fuori un libro agile, scritto di getto raggruppando la mia esperienza sull'Adriatico. Cinque anni a Latina sono stati per me eccezionali ma sono rimasto anche cinque anni ad Ancona, con il carico di responsabilità di un prefetto», ha detto D'Acunto in occasione della conviviale Lions del club Sabaudia-San Felice Circeo Host, presieduto da Vanda Bellini, organizzata all'Oasi di Kufra. L'evento di ieri, alla presenza di D'Acunto e dell'ex comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Latina Cristina D'Angelo (oggi operativa al Viminale), entrambi soci del club Lions, è stato il primo ritorno alla vita sociale dopo le chiusure per Covid. Un momento particolare per fare il punto sulle attività benefiche svolte in un anno e mezzo di pandemia. Tra le tante iniziative per la lotta alla povertà l'adozione di quattro famiglie di Sabaudia, in estremo disagio, assicurando a ciascuna una spesa mensile di beni di prima utilità. Ida Panusa past governatore del distretto 108L ha conferito l'onorificenza Melvin Jones Fellow al nutrizionista Gianluigi Gaspa per il service multidisciplinare Progetto Martina per la prevenzione delle malattie dedicato ai giovani studenti.
R.Cam.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA