L'Eneide in streaming secondo Matutateatro

L'Eneide in streaming secondo Matutateatro
2 Minuti di Lettura
Sabato 27 Marzo 2021, 05:18

SEZZE
Oggi è la Giornata Mondiale del Teatro. Per celebrarla, malgrado i teatri siano chiusi da tempo per colpa della pandemia, Matutateatro presenta un nuovo progetto per dare «un segno vitale di un mondo, quello del teatro e della cultura, che prova a resistere nonostante sia messo a dura prova da un anno di crisi pandemica». Da oggi e fino al 31 marzo, dal MAT Spazio Teatro di Sezze andrà in streaming sul canale YouTube di Matutateatro lo spettacolo Eneide XI Radio Edit. «Un progetto nato per l'ascolto, che rappresenta la seconda tappa di un percorso che ha mosso i primi passi durante il lockdown dello scorso anno attorno ad alcune riflessioni sull'Eneide come poema del profondo dolore, ma anche della rinascita» spiega Titta Ceccano.
Il progetto ha preso vita nei mesi scorsi come installazione sonora per il Museo Archeologico di Priverno nell'ambito del progetto Civiltà Lepine, realizzato in collaborazione con la Compagnia dei Lepini e il Comune di Priverno. Quello che andrà in streaming da oggi è la versione video di questo lavoro. «Nello spettacolo le immagini del testo antico sono evocate soltanto dalla musica elettronica live e dalla parola detta in scena che espande la potenza del testo virgiliano nella contemporaneità» spiegano da Sezze.
Adattamento testi e voce sono di Titta Ceccano, musiche e suoni di Francesco Altilio, la regia è di Julia Borretti. Lo spettacolo fa parte dell'iniziativa sostenuta dalla Regione Lazio Officina culturale dei Monti Lepini e andrà in streaming gratuito oggi alle ore 18, domamni, domenica 28 marzo, sempre alle ore 18, lunedì 29 e martedì 30 esclusivamente per alcune classi dell'ISISS Pacifici e De Magistris di Sezze e mercoledì 31 marzo alle ore 18. Per prenotare la visione è necessario inviare un'email all'indirizzo organizzazione@matutateatro.it. Verrà inviato un link per collegarsi prima dell'inizio dello spettacolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA