Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Putin teme di essere ucciso a Mosca? L'ex consigliera di Trump: «È estremamente paranoico e vuole distruggere l'Ucraina»

L'ex consigliera di Trump Fiona Hill: «Se non conquisterà l'Ucraina sembrerà debole e non può permetterselo»

Fiona Hill: «Putin è ossessionato dal pensiero che gli Stati Uniti vogliano assassinarlo. Vuole distruggere l'Ucraina»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Marzo 2022, 18:28 - Ultimo aggiornamento: 10 Marzo, 16:15

Vladimir Putin è «estremamente paranoico» sulla possibilità che l'Occidente voglia assassinarlo per rovesciare il suo governo. Fiona Hill, consigliere capo sulla Russia dell'ex presidente americano Donald Trump, ha affermato che questo timore potrebbe spingerlo a «raddoppiare» gli sforzi militari in Ucraina. Secondo l'esperta, «Putin è convinto che gli Usa vogliano usare Kiev come trampolino per mettere le mani sul Cremlino e farlo fuori. Per questo è intenzionato a distruggere l'Ucraina e renderla di nuovo uno stato cuscinetto».

Fiona Hill: Putin non può apparire debole

La scorsa settimana il senatore repubblicano degli Stati Uniti Lindsey Graham ha detto che «l'unico modo per fermare Putin è ucciderlo». Fiona Hill ha spiegato che è molto rischioso fare affermazioni di questo tipo. «Dobbiamo stare molto attenti a questo tipo di discorsi in questo momento», ha detto. «Lui si sta impegnando così duramente in Ucraina - ha aggiunto -, perché è preoccupato per la sua posizione. Deve essere rieletto nel 2024 e se perderà questa guerra sembrerà debole non solo in patria, ma anche all'estero. Dobbiamo fermare la guerra in Ucraina, ma dobbiamo stare molto attenti a parlare di guerra con la Russia, cambio di regime e queste altre cose, perché l'aggressione aumenterà ulteriormente», ha detto alla "Nbc". 

Chi protesta contro Putin in Russia? Da Navalny al mago degli scacchi Kasparov. Ma il dissenso interno non smuove lo Zar

 

L'avvertimento all'Italia

Lo scorso anno Fiona Hill aveva parlato dei rapporti tra Italia e Russia, spiegando che i sovranisti come Salvini che porgevano il fianco a Putin stavano commettendo un grave errore. «In alcuni partiti italiani manca consapevolezza. Putin non usa solo gli agenti segreti o i ransomware per influenzare la politica italiana. Le convention e le kermesse con i partiti russi sono un altro strumento, e sottovalutarle è un errore. Dopotutto era lo stesso metodo di Stalin: invitava a Mosca i partiti comunisti sparsi nel mondo e li usava come veicoli di influenza politica», aveva detto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA