Norvegia, odissea finita per la nave da crociera: tutti salvi i 1300 passeggeri

Sabato 23 Marzo 2019
Nave da crociera in avaria, difficile evacuazione per 1.300 passeggeri in Norvegia

La Sky Viking è finalmente entrata in porto a Molde e, dopo oltre 24 ore, è finito l'incubo per i 1373 passeggeri della nave da crociera, finita in avaria davanti alle coste norvegesi e rimasta ore in balia di onde altissime e vento fino a 38 nodi. A bordo c'era anche un cittadino italiano, «portato in salvo nella notte e ora al sicuro a Molde», ha reso noto un tweet dell'ambasciata d'Italia a Oslo che ha ringraziato le autorità norvegesi per l'immediata risposta all'emergenza. 

La Viking Sky costruita da Fincantieri (che non fornisce i motori)

«Tutti i passeggeri e membri dell'equipaggio sono in salvo, e gli ospiti cominceranno a rientrare a casa stasera», ha fatto sapere la compagnia Viking Ocean Cruise. Circa 25 persone sono state trasferite negli ospedali locali, ma per quasi tutti i passeggeri è stata «un'esperienza terrificante», come hanno raccontato una volta toccata terra.


Norvegia, ecco dove si trova la Viking Sky

 Le immagini diffuse sui social hanno mostrato l'interno della nave sbattuta dalle onde, con il mobilio che scivola da una parte all'altra dei saloni, controsoffitti che crollano sulla testa di passeggeri, persone con il salvagente e i piedi a mollo, altre con il volto stremato dalla paura.
 

 La nave di 230 metri, partita da Tromso, a nord della Norvegia, la sera del 21 marzo e diretta a sud, a Stavanger, aveva lanciato l'Sos sabato attorno alle 14 in una zona chiamata Hustadvika. 

Poco dopo era iniziato un ponte aereo per portare le persone in salvo: le condizioni del mare hanno infatti impedito il trasbordo su altre navi e si è dovuto ricorrere a cinque elicotteri, con una capienza di 15-20 persone ciascuno. Le operazioni di soccorso sono andate molto a rilento anche perché i naufraghi dovevano essere issati uno alla volta sugli elicotteri in volo, tra le raffiche di vento e il mare in burrasca.
 



 Alla fine quasi 500 persone sono state trasferite a terra, mentre gli altri sono stati lasciati a bordo dopo che l'equipaggio è riuscito a rimettere in funzione i motori e la nave, scortata da rimorchiatori, è riuscita a fare rotta verso il porto di Molde dove ha attraccato alle 16.30. Nella notte anche un cargo che navigava nelle stesse acque ha perso l'uso dei motori, e uno degli elicotteri impegnato con la Viking Sky ha dovuto fare la spola per evacuare i 9 membri dell'equipaggio del mercantile che sarà trainato in porto lunedì. Ora saranno le indagini delle autorità marittime e delle assicurazioni a cercare di capire cosa sia andato storto sulla Viking Sky: dal guasto al motore alla scelta di navigare con il mare in burrasca così vicino a una costa nota per essere una trappola di scogli.
 

Ultimo aggiornamento: 24 Marzo, 19:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma