Mangia un burrito e muore a 19 anni: al ristorante aveva chiesto di non usare sesamo (al quale era allergico)

Il ragazzo aveva mandato indietro il piatto, ma anche la seconda volta conteneva sesamo

Mangia un burrito e muore a 19 anni: al ristorante aveva chiesto di non usare sesamo (al quale era allergico)
3 Minuti di Lettura
Domenica 2 Ottobre 2022, 18:54 - Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre, 11:45

Un adolescente britannico è morto per una reazione allergica dopo aver mangiato un burrito contenente sesamo mentre era in viaggio in Messico. Joe Dobson, 19 anni, era andato in un ristorante con gli amici nella località balneare di Playa del Carmen, nella regione messicana di Quintana Roo. Dopo essersi rilassati sulla spiaggia e aver visitato i negozi della città, il 1° novembre dello scorso anno, Joe e i suoi amici sono andati in un ristorante fusion in cui erano già stati per ordinare un burrito vegetariano. Il ragazzo chiesto più volte al personale in spagnolo e inglese di assicurarsi che non ci fosse sesamo nel cibo, visto che era allergico. Dopo soli tre morsi si sarebbe sentito male: gli amici hanno accusato il ristorante di non aver preso sul serio il problema di Joe e di non aver chiamato immediatamente un'ambulanza. Così i compagni di viaggio sono andati di corsa nel loro appartamento per prendere l'autoiniettore di epinefrina, ma quando l'hanno usato era troppo tardi. Il ragazzo aveva perso i sensi e poco dopo è morto in ospedale. 

I momenti dello shock anafilattico

«Dopo l'ordine, c'è stata una comunicazione tra loro per assicurarsi che non ci fosse sesamo nel suo pasto - ha raccontato un'amica - Quando il cibo è arrivato, è stato rispedito indietro perché Joe credeva che contenesse sesamo». Joe avrebbe cercato quindi di avvisare il personale che in caso di peresenza di sesamo sarebbe potuto morire. «Il burrito di Joe è arrivato di nuovo e lui l'ha illuminato con la torcia. Ha fatto due morsi e ha detto che dentro c'era ancora del sesamo. Così si è rivolto al personale del bar, che però ha negato. Eppure lui lo sentiva. Il personale del locale non ha trattato la nostra situazione per quello che era. Non c'è stato nessun primo soccorso».

Mangia uno yogurt a mensa: bimbo allergico al lattosio finisce in ospedale

Un altro amico racconta quei momenti drammatici: «È andato all'appartamento a prendere la sua EpiPen. La situazione è degenerata quando siamo arrivati ​​nell'appartamento, perché Joe è caduto. L'ho trascinato fuori dall'ascensore e ho tirato fuori le penne, ma non lo hanno aiutato». Il ragazzo di Londra ha perso i sensi, così la corsa poi della polizia all'ospedale locale è stata vana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA