Mal di denti, prende un farmaco antidolorifico e il sangue diventa blu

Giovedì 19 Settembre 2019 di Alix Amer
1
Mal di denti, prende un farmaco farmaco antidolorifico e il sangue diventa blu

Il sangue di una donna è diventato blu navy dopo aver preso un farmaco da banco per il mal di denti. La 25enne di New York ha avuto una reazione avversa a un antidolorifico topico pieno di benzocaina. Ha sviluppato metemoglobinemia, un disturbo che vede il ferro nella forma di cambiamento del sangue e non si lega più all’ossigeno e lo trasporta attraverso il corpo.

Con il caldo più rischi per mal di denti e nevralgie

Mal di denti, ragazza muore all'ospedale. I medici: «Era allergica», ma era stata drogata e violentata
 

La donna, di Long Island, aveva usato quasi l’intera bottiglia del farmaco prima di andare a letto per lenire il mal di denti. Ma quando si è svegliata la mattina seguente si sentì male, debole e senza fiato, così andò al Pronto soccorso.

La sua pelle e le unghie avevano una sfumatura blu «perché il suo corpo era “affamato” di ossigeno», hanno detto i medici che l’hanno trattata. Gli stessi dottori sono rimasti sbalorditi quando dopo aver prelevato il sangue da un’arteria, hanno visto che di rosso non c’era traccia, era completamente blu, anzi blu navy. E va anche detto che, mentre il sangue prelevato da una vena tende ad avere un aspetto scuro perché non trasporta ossigeno, il sangue prelevato da un’arteria dovrebbe essere rosso vivo. I test hanno rivelato che aveva un livello di ossigeno nel sangue di appena il 67% - una lettura normale è in genere tra il 95 e il 100%.

Livelli di ossigeno nel sangue estremamente bassi, noti come ipossiemia, possono causare morte o danni permanenti al cervello se non trattati.  I medici del Miriam Hospital nel Rhode Island hanno raccontato la storia nel New England Journal of Medicine. Il dottor Otis Warren, che lavora al pronto soccorso, ha curato la donna, e ha subito riconosciuto che si trattava di metaemoglobinemia come gli era capitato in un caso in passato.
Aveva curato un paziente che aveva sviluppato il disturbo dopo aver avuto una reazione avversa a un antibiotico. «Il colore della pelle sembrava esattamente lo stesso, lo vedi una volta, e rimane nella tua mente», ha detto alla Nbc News. I medici hanno trattato la paziente con un farmaco noto come blu di metilene, che aiuta a pompare il sangue nell’ossigeno in tutto il corpo.

Alla donna è stato somministrato il farmaco per via endovenosa e in pochi minuti ha riferito di sentirsi meglio. Ha trascorso la notte in ospedale prima di essere rimandata a casa la mattina dopo. Gli esperti non sanno esattamente quali siano le cause della metaemoglobinemia, ma credono che a volte la condizione venga trasmessa dai membri della famiglia.

La FDA ha dichiarato di aver riscontrato solo 319 casi di metaemoglobinemia causata da associati con benzocaina, di cui tre che hanno provocato la morte. Anestetici come benzocaina, alcuni antibiotici e nitriti - spesso aggiunti alle carni lavorate per mantenerli freschi - sono noti per causare il disturbo. Il dottor Otis Warren ha aggiunto: «Le persone non hanno idea che possa accadere qualcosa di molto specifico e molto pericoloso. Non è un lieve effetto collaterale».

Ultimo aggiornamento: 20:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma