Kadyrov minaccia la Polonia, il leader ceceno (amico di Putin): «Se arriverà l'ordine la prenderemo in 6 secondi»

La Polonia è il Paese più esposto alla guerra, tra quelli che fanno parte della Nato. Non solo perché confina con l'Ucraina. Soprattutto per l'appoggio continuo a Kiev

Kadyrov minaccia la Polonia, il leader ceceno (amico di Putin): «Se arriverà l'ordine la prenderemo in 6 secondi»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Maggio 2022, 14:15 - Ultimo aggiornamento: 27 Maggio, 19:41

La minaccia alla Polonia. Il leader ceceno Ramzan Kadyrov, molto vicino a Putin, torna sulla vicenda della vernice rossa contro l'Ambasciatore russo a Varsavia del 9 maggio scorso chiedendo alla Polonia di scusarsi e minacciandoli. «L'Ucraina ormai è una questiona chiusa. Se arriverà l'ordine prenderemo la Polonia in 6 secondi perciò portate via le vostre armi e i vostri mercenari e chiedere scusa al nostro ambasciatore», sottolinea Kadyrov in un video pubblicato su telegram.

Kadyrov non è l'unico alleato di Putin ad aver avanzato minacce contro la Polonia nelle ultime settimane. Oleg Morozov, membro del parlamento russo e del partito politico di Putin, Russia Unita, ha suggerito all'inizio di questo mese che la Polonia dovrebbe essere «al primo posto nella coda per la denazificazione dopo l'Ucraina».

Minaccia alla Polonia, il caso del 9 maggio

Il riferimento è allo scorso 9 maggio quando barattoli di vernice rossa sono stati lanciati contro l' ambasciatore russo in Polonia, Sergei Andreyev, durante un cerimonia al cimitero russo di Varsavia in occasione della Giornata della Vittoria. Il diplomatico stava deponendo fiori al cimitero dei soldati sovietici nella capitale, quando è arrivato un gruppo di manifestanti che prima gli ha strappato i fiori dalle mani e poi lo ha imbrattato con la vernice rossa. Nei giorni successivi l'ambasciatore polacco a Mosca Krzysztof Krajewski è stato convocato al ministero degli Esteri russo dove è stato informato che la Russia si aspetta scuse ufficiali dalle autorità polacche in relazione all'attacco al loro ambasciatore. 

 

Il ruolo della Polonia

La Polonia è il Paese più esposto alla guerra, tra quelli che fanno parte della Nato. Non solo perché confina con l'Ucraina. Soprattutto per l'appoggio continuo a Kiev. La Nato ha ripetuto più volte che varcare i confini dell'Alleanza sarebbe un binario di non ritorno per la Russia. In questi tre mesi di guerra diversi Paesi, tra cui Stati Uniti e Regno Unito, hanno utilizzato come base logistica la Polonia per trasferire in Ucraina armi e combattenti terroristi stranieri, compresi alcuni dal Medio Oriente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA