GOVERNO

Israele, ​Netanyahu incaricato di formare il governo: «Accetto l'incarico, serve governo di unità» Gantz dice subito «no»

Mercoledì 25 Settembre 2019
Israele, ​Netanyahu incaricato di formare il governo: «Accetto l'incarico, serve governo di unità»

Israele, ​Netanyahu è stato incaricato di formare il nuovo governo: il presidente israeliano Reuven Rivlin, dunque, ha incaricato il premier uscente Benyamin Netanyahu di formare il nuovo governo israeliano. Rivlin ha deciso di incaricare Netanyahu dopo colloqui con gli altri leader di partito ed una volta emersa l'impossibilità di formare un governo di unità nazionale. Impossibilità che resta assai concreta perché il leader di Blu Bianco, Benny Gantz, ha subito detto "no". 

Israele, Netanyahu lancia appello a Gantz: «Facciamo un governo di unità nazionale»

Israele, lista arabo israeliani: «Ora l'opposizione siamo noi»
 

Il premier uscente conta su 55 seggi - la maggioranza è di 61 - mentre il partito Blu e Bianco di Benny Gantz ne ha ricevuti 54. Netanyahu avrà adesso 28 giorni di tempo per formare un nuovo governo, con una possibile estensione di due settimane: se non riuscirà nel suo tentativo, il presidente può affidare l'incarico ad un'altra persona.

Netanyahu: «Accetto l'incarico, serve un goveno di unità». «Accetto l'incarico, occorre un governo di unità nazionale e la riconciliazione che in questo momento è essenziale». Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu che non ha nascosto le difficoltà dell'incarico avuto da Rivlin.

Netanyahu ha giustificato l'esigenza di un governo di unità nazionale con tre emergenze: «l'Iran, la situazione economica e il Piano di Pace di Trump che, se non ci fosse un governo, potrebbe anche non essere presentato». Il premier ha anche sottolineato che è possibile una «leadership congiunta» aggiungendo che è aperto ad un accordo di rotazione con Benny Gantz leader di Blu-Bianco. Ma ha insistito che il governo di unità deve essere «formato rapidamente». Poi ha spiegato che se non sarà in grado di formare un governo rimetterà il mandato nelle mani di Rivlin.

IL PRIMO NO
«Blu Bianco sotto la mia guida non accetterà di far parte di un governo in cui ci fosse per il suo primo ministro una incriminazione grave»: lo ha affermato Benny Gantz, pochi minuti dopo che il capo dello Stato Reuven Rivlin aveva affidato a Benyamin Netanyahu l'incarico di formare un nuovo governo. «Questa questione - ha aggiunto - è per noi più importante ancora che non la spartizione dei ministeri o la alternanza» alla carica di premier.

Ultimo aggiornamento: 20:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma