Brillano i conti semestrali di Prada: ricavi
in aumento del 36,5 per cento

Lo store Prada inaugurato a Taipei
2 Minuti di Lettura
Martedì 21 Agosto 2012, 16:26 - Ultimo aggiornamento: 22 Agosto, 09:56

MILANO - I conti semestrali di Prada, in linea con l’andamento positivo del mercato della moda e del lusso, hanno registrato nel primo semestre dell’anno un aumento dei ricavi del 36,5%, pari a 1,547 miliardi di euro, rispetto
allo stesso periodo del 2011. Patrizio Bertelli, amministratore delegato del gruppo, ha espresso «soddisfazione per i risultati conseguiti in un contesto economico di particolare difficoltà, ove tuttavia il mercato continua a premiare il costante impegno di Prada nello stile e nella ricerca della qualità».

I risultati delle vendite per area geografica dimostrano che il gruppo guidato da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli si conferma come una delle maison italiane più apprezzate nel mondo: se l’Italia segna una crescita del 21,7%, nel resto del Vecchio Continente il giro d’affari aumenta del 37,3%. Ottime le performance realizzate in Giappone (+34,2) e in America (+31%), mentre in Asia la crescita è addirittura pari al 45%.

Da segnalare che uno dei traini principali per il gruppo è arrivato dal canale retail che ha contribuito alle vendite per una percentuale che supera di poco l’80%, mentre sono aumentate del 4,8 le vendite all’ingrosso e del 19% i ricavi del network delle vendite a gestione diretta. I punti vendita del brand, sono infatti aumentati di oltre cento unità tra l’inizio del 2011 e i primi sei mesi del 2012, superando nettamente quota 400. Tra i singoli marchi Prada registra un incremento del 40,5% e Miu Miu del 23,6%

© RIPRODUZIONE RISERVATA