Gucci lancia Vault, nuovo spazio online sperimentale

Gucci lancia Vault, nuovo spazio online sperimentale
3 Minuti di Lettura
Sabato 25 Settembre 2021, 09:34

«Per me lo shopping non è semplicemente comprare delle cose. È instaurare un legame con loro, entrarci in relazione. Proprio questo legame oggi si è espanso». Parola di Alessandro Michele, il direttore creativo di Gucci, che oggi lancia Vault, il concept store online della griffe fiorentina, nato dalla visione di Alessandro Michele. Il nome è assimilabile a quello, di 'caveaù, di stanza che ospita oggetti che sono esempi preziosi di amore per la bellezza, il sogno, la passione, la ricerca di invenzioni al di là di riferimenti temporali e geografici, una testimonianza che possano convivere grazie all'immaginazione.

Maneskin star di Gucci Aria, gli scatti "hot" tra piume e trasparenze

«Nella mia mente - afferma lo stilista - ho sempre avuto l'idea di realizzare un luogo in perenne evoluzione dove poter svolgere conversazioni »impossibili« tra oggetti di provenienza, autori ed epoche differenti: protagonisti di un dialogo tra passato e presente, in grado di originare stimoli per il futuro. Mi sono detto: 'Perché un brand di moda dove c'è un direttore creativo non può ospitare uno spazio di contaminazioni espressive, estetiche, sociali?'. L'ho fatto seguendo il linguaggio più consono di questo secolo che è il posto dove tutti possiamo andare, la Rete. E lì abbiamo pensato a un laboratorio, una miniera di idee, di stranezze, di incontri improbabili, visto che Gucci è diventato la più grande piattaforma di incontri tra interlocutori che, in apparenza, non hanno nulla in comune. Quindi Vault è il luogo delle meraviglie che s'ibrideranno, si uniranno per dare vita a sempre nuove gestazioni: il grande talento di Gucci, del resto, è il non rimanere mai uguale a sé stesso, non invecchiare mai».

Lo spazio online è molte cose contemporaneamente: macchina del tempo, archivio, biblioteca, laboratorio e luogo d'incontro. È in continua evoluzione e rispecchia la passione di Alessandro Michele per la sperimentazione, affiancando la vendita di oggetti d'archivio rimessi a nuovo e personalizzati, alle proposte di talenti emergenti, in un fluido discorso raccolto in un formato editoriale poetico e coerente. Gli articoli inoltre saranno resi disponibili nell'arco dell'anno a intervalli regolari in quantità limitate a garanzia di una selezione esclusiva. Sugli scaffali virtuali di Vault ci sono pezzi vintage Gucci second-hand o provenienti da archivi, scelti in prima persona dal direttore creativo e dagli esperti archivisti della maison e completamente riportati al primitivo splendore. Molti sono pezzi unici: su questi, particolarmente ambiti, Michele è intervenuto per personalizzarli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA