Violenza donne, due ddl del M5S per punire il linguaggio dell'odio e promuovere l'educazione nelle scuole

Venerdì 15 Novembre 2019
Violenza donne, due ddl del M5S per prevenire il linguaggio dell'odio e promuovere l'educazione nelle scuole

Due disegni di legge contro la violenza sulle donne: uno per contrastare e punire il linguaggio dell'odio e l'altro per promuovere l'educazione emotiva nelle scuole. Saranno presentati al Senato dal M5S in vista della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. «Dopo l'approvazione della legge Codice Rosso del Movimento 5 Stelle, entrata in vigore lo scorso 9 agosto, presentiamo due leggi molto importanti», si legge in un post del blog delle Stelle. «La prima - presentata da Elvira Evangelista - mira a prevenire, contrastare e sanzionare il fenomeno dell'hate speech, il linguaggio d'odio, la seconda - presentata da Alessandra Maiorino - riguarda l'introduzione dell'educazione emotiva nelle scuole».

Violenza sulle donne, sarà presentato alla Camera un progetto per prevenire le molestie sul lavoro

Due provvedimenti - prosegue il post - che uniscono «repressione ed educazione per estirpare il cancro della violenza di genere puntando alla prevenzione». Saranno presentati martedì 26 novembre alle ore 10 in Senato all'interno del convegno/evento dal titolo Nemmeno con un fiore. Nemmeno con clic a cui parteciperanno tra gli altri Alfonso Bonafede, Virginia Raggi, Selvaggia Lucarelli, Maria Rita Parsi e Stash, il cantante dei The Kolors. Ma anche Paolo Picchio, papà di Carolina, la prima vittima di cyberbullismo sessuale. «Con queste leggi vogliamo percorrere un'altra tappa importante nel percorso normativo e culturale a sostegno della battaglia contro la violenza di genere».

Violenza donne, Raggi: «Proteggere le vittime come i collaboratori di giustizia»

© RIPRODUZIONE RISERVATA