LOCKDOWN

Le chiamate delle donne ai centri antiviolenza aumentate del 73% durante il lockdown

Lunedì 19 Ottobre 2020

Il nuovo rapporto di Save the Children 'Proteggiamo i bambini. Whatever it takes', sull'impatto della pandemia sui bambini e sugli adolescenti, registra un aumento dei casi di violenza domestica durante il lockdown, con un incremento del 73% delle chiamate da parte di donne al numero antiviolenza 1522. Delle richieste di aiuto ricevute, 1 su 3 era da parte di vittime con figli che, nel 64% dei casi hanno assistito alla violenza o l'hanno subita essi stessi. Violenze in casa, in molti casi proprio ai danni dei più piccoli, che nel resto del mondo, è la stima contenuta nel rapporto, potrebbero aumentare di 15 milioni ogni tre mesi di lockdown.

 

La psicologa: «Vi spiego gli effetti del possibile lockdown, due categorie a rischio»

 

Violenza in casa, il Consiglio d'Europa: «In Italia troppe denunce finiscono con proscioglimenti»

© RIPRODUZIONE RISERVATA