Svastica insanguinata sulla fronte di Elena Donazzan: «Il fotomontaggio degli studenti ricorda la violenza contro le donne fasciste»

Venerdì 6 Settembre 2019
 Elena Donazzan, responsabile nazionale del Dipartimento Lavoro e Crisi Aziendali di FdI, sfregiata nel fotomontaggio
Una svastica insanguinata, incisa con il coltello sulla fronte. Il fotomontaggio raffigura Elena Donazzan, responsabile nazionale del Dipartimento Lavoro e Crisi Aziendali di Fratelli d’Italia e Assessore al Lavoro della Regione del Veneto, sfregiata in volto. É stato diffuso sui social dal Coordinamento studenti Medi di Padova. L'immagine inspirata ad una scena del film  “Bastardi senza gloria” di Quentin Tarantino è un segno di protesta contro la prevista partecipazione dell’esponente del partito di Giorgia Meloni il prossimo sabato ad un convegno promosso da Casapound a Verona.

«Già nei giorni scorsi ero stata bersaglio, per le stesse ragioni, di una vignetta goliardica diffusa dagli studenti dell’Udu» ha affermato Donazzan. «Apprezzandone l’ironia mi ero limitata a rispondere loro con un breve e simpatico video. Questo nuovo attacco però ha superato ogni limite: trovo volgare e pericoloso questo violento attacco alla mia persona. Un atteggiamento che alimenta l’odio e la violenza e richiama alla memoria le pagine più brutte della nostra storia nazionale, quando per mano dei partigiani veniva perpetrata ogni forma di violenza contro le donne fasciste. Esse infatti venivano rasate, violentate, sfregiate: è questo che vogliono? Denuncerò il fatto alle competenti autorità, per impedire che questi violenti continuino indisturbati nel loro alimentare odio contro tutto e tutti».

Per il leader di CasaPound Italia, Gianluca Iannone, si tratta di «minacce che ricordano da vicino gli odiosi crimini commessi dai partigiani ai danni delle donne fasciste».
© RIPRODUZIONE RISERVATA