Stabilizzazioni in Comune, nessun danno erariale. Tutto archiviato per Zaccheo e i dirigenti

Stabilizzazioni in Comune, nessun danno erariale. Tutto archiviato per Zaccheo e i dirigenti
1 Minuto di Lettura
Martedì 27 Agosto 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 19:11

Non sono emersi «elementi idonei a comprovare la sussistenza di irregolarità o condotta antidoverosa». Sono le parole con le quali la Corte dei Conti ha archiviato il procedimento per danno erariale nei confronti dell’ex sindaco di Latina, Vincenzo Zaccheo, l’allora segretario generale Mario Taglialatela, i responsabili del servizio Personale e Sviluppo all’epoca dei fatti ovvero Emanuela Pacifico e Giuseppe Canoro.

Venivano contestati danni per 650.000 euro, invece la magistratura contabile ha deciso che le procedure sono regolari. La vicenda risale al 2008.

Le parole dell'ex primo cittadino: «La notizia dell’avvenuta archiviazione del procedimento erariale che mi vedeva coinvolto in qualità di Sindaco - spiega Zaccheo -   mi rende pienamente soddisfatto, e ciò non solo per la celerità con cui il pm ha dato riscontro alle deduzioni presentate dai miei avvocati, ma anche per le conclusioni cui è pervenuto, giacché ha ritenuto di non procedere oltre, cito testualmente, “non essendo emersi elementi idonei a comprovare utilmente in sede di giudizio la sussistenza di irregolarità amministrative e/o condotte antidoverose”. Si tratta  di un esito da me atteso con lucida serenità, consapevole della correttezza del mio operato e, soprattutto, di quello dei dirigenti coinvolti, nella cui  perizia e professionalità ho sempre riposto la più ampia fiducia, manifestando un apprezzamento istituzionale che l’odierna vicenda consentono di confermare e di avvalorare». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA