Poste Italiane festeggia 160 anni e investe su Latina e provincia: rivoluzione "green" e assunzioni

Poste Italiane festeggia 160 anni e investe su Latina e provincia: rivoluzione "green" e assunzioni
di Marco Cusumano
3 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Maggio 2022, 12:13 - Ultimo aggiornamento: 12:28

In occasione dei festeggiamenti per i 160 anni Poste Italiane traccia un bilancio degli investimenti e delle attività sul territorio della provincia di Latina, dove gestisce 87 uffici postali impiegando 996 dipendenti (19 dei quali assunti negli ultimi due anni).

«Una delle iniziative "green" in corso - spiega Poste Italiane - è il “Progetto Led”, che prevede la sostituzione dei corpi illuminanti con lampade fluorescenti con tecnologia led, allo scopo di favorire l’abbattimento (circa il 50%) dei consumi di energia elettrica e il risparmio dei costi di manutenzione legati alla maggior durata in ore dei corpi illuminanti. Anche in provincia di Latina negli ultimi due anni sono state 11 le sedi interessate dal programma e tale iniziativa ha prodotto regionalmente un risparmio annuale di circa 45mila kWh e una riduzione di 39 tonnellate delle emissioni di anidride carbonica.

Anche l’installazione degli impianti fotovoltaici è uno dei progetti che è stato avviato in provincia di Latina. La realizzazione degli impianti effettuati e operativi presso le sedi di Fondi e Terracina, producono annualmente circa 43.000 kWh di energia elettrica da fonte rinnovabile, in parte autoconsumata in sito in parte reimmessa in rete, e una riduzione di 22 tonnellate delle emissioni di anidride carbonica».

L'azienda sta rinnovando anche la flotta aziendale attraverso la sostituzione del parco veicoli esistente con mezzi “green”, soprattutto per il recapito di pacchi e corrispondenza. In questo senso, a disposizione dei portalettere del Pontino ci sono già 12 quadricicli elettrici, 4 tricicli elettrici e 27 tricicli a benzina a basse emissioni per la consegna di corrispondenza e pacchi. Il piano di rinnovo della flotta aziendale prevede una riduzione del 30% delle emissioni di anidride carbonica entro il 2025 e nel 2030 il raggiungimento della Carbon Neutrality, ovvero il bilanciamento tra le emissioni di gas serra generate e quelle riassorbite. Entro il 2024, inoltre, è prevista la totale sostituzione del parco veicoli di Poste Italiane per un totale di 26mila mezzi green.

PICCOLI COMUNI

A tutela dei piccoli centri sono stati installati 3 nuovi ATM Postamat nei piccoli paesi di Campodimele, Maenza e Prossedi, mentre a Roccagorga e Ventotene sono stati sostituiti con apparecchi di nuova generazione. Sono invece 14 gli Uffici Postali in cui è stato installato il Wi-Fi gratuito, 18 le località interessate dal progetto di decoro urbano con il restyling delle cassette rosse di impostazione, 34 gli uffici postali dotati di videosorveglianza, 4 comuni omaggiati con cartolina e annullo filatelico.

Tali interventi valorizzano e si inseriscono nel tessuto sociale ed economico pontino, dove Poste Italiane è presente con 87 uffici postali, 8 centri di distribuzione della corrispondenza e dei pacchi, 3 presidi di distribuzione, 78 ATM Postamat e 105 “Punto Poste”, ovvero reti terze quali i tabaccai o le stazioni di servizio Eni.

I PALAZZI STORICI

Poste ribadisce l'attenzione ai palazzi storici di grande pregio artistico-culturale come il Palazzo delle Poste di Latina Centro. Qui sono sttai effettuati solo pochi anni fa una serie di interventi di ristrutturazione, di consolidamento e di ammodernamento degli spazi che hanno consentito di ottimizzare gli spazi e migliorare il servizio e l’accoglienza mantenendo inalterato il fascino di una sede storica.

Progettato nel 1932 dall'architetto e ingegnere Angiolo Mazzoni su commissione del Ministero delle comunicazioni, fu costruito in occasione della fondazione dell'allora Littoria e inaugurato, assieme alla città, il 18 dicembre 1932. Il Palazzo, oltre all’ufficio postale centrale della città, ospita anche la sede provinciale di Poste Italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA