Parco Susetta Guerrini, il Comune alla famiglia: «Ripristiniamo i cartelli vandalizzati»

«Ho appreso con vero dispiacere della lettera scritta dalla famiglia della giornalista Susetta Guerrini con la richiesta di revocare l’intitolazione del Parco che gli è stato dedicato quasi due anni fa» lo dice l'assessore Emilio Ranieri all'indomani delle dichiarazioni dei familiari della giornalista. «Capisco lo stato d’animo di una famiglia nel vedere l’immagine di un proprio caro a terra, vandalizzata, in quello che dovrebbe essere un luogo che lo rappresenta, lo ricorda. I gesti vandalici ai beni comuni sono sempre gesti che si sopportano poco, quando poi avvengono toccando i nostri cari, risultano davvero dolorosi».

«Nei prossimi giorni provvederemo alla risistemazione dei due cartelli oggetto di atti vandalici - spiega l'assessore - Già nella giornata odierna abbiamo provveduto allo sfalcio dell’erba, come programmato dal Servizio Ambiente. Mi auguro che nei prossimi mesi saranno realizzate proprio al Parco Susetta Guerrini delle opere di valorizzazione. Su tutte, l’area fitness con attrezzature per lo sport all’aperto, che potrebbero ulteriormente facilitare l’utilizzo dell’area verde. Per migliorare ancora di più il decoro, stiamo realizzando anche un’area sgambamento cani».

«Crediamo fermamente, come Amministrazione, che l’intitolazione di quel Parco abbia un significato profondo - continua Ranieri - dedicato ad una giornalista locale d’inchiesta, modello di deontologia professionale, molto impegnata nell’informazione sui temi dell’ambiente. Per questo chiedo alla famiglia di pensare insieme a forme ancora maggiori di valorizzazione e di cura, mantenendo il nome di Susetta Guerrini».

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti