GAETA

Gaeta, si allungano i tempi per il mercato del pesce nell'area ex Canaga

Domenica 24 Novembre 2019
Il Tar di Latina, presieduto da Antonio Vinciguerra, ha respinto il ricorso presentato da nove operatori del mercato del pesce in località Peschiera a Gaeta contro il bando, pubblicato il 7 agosto scorso dal presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro settentrionale Francesco Maria Di Majo, con cui era stato avviato l'iter per l'affidamento, l'uso e la gestione di 14 stalli per la vendita di prodotti ittici al dettaglio all'interno della nuova struttura coperta realizzata nell'area dell'ex Canaga.

Il bando era stato impugnato il 16 settembre scorso dagli operatori della Peschiera che, assistiti dagli avvocati Angela Viola, Ester Tallini e Sara Bergamini, avevano presentato ricorso al Tar nel penultimo giorno utile, riscontrando, a loro giudizio, violazione di legge ed eccesso di potere in quanto la delocalizzazione del mercato ittico, avviata con la procedura di evidenza pubblica, contrasterebbe con la delibera di giunta 239/2014 che all'epoca aveva approvato il progetto definitivo di delocalizzazione del mercato ittico come soluzione temporanea transitoria.
Il Tar ha invece condiviso le controdeduzioni difensive sia dell'Autorità portuale del Lazio che del Comune di Gaeta, rigettando l'istanza dei ricorrenti perché il procedimento amministrativo è stato archiviato nel momento in cui non è stata formalizzata alcuna richiesta di partecipazione alla gara pubblica indetta in agosto. Di conseguenza è stata dichiarata l'improcedibilità del ricorso per sopravvenuta carenza d'interesse.
Il Tar, però, non ha risolto il tipo di gestione del nuovo mercato ittico, di 618 metri quadrati, in località ex Canaga, quando il bando di assegnazione dei punti vendita del pescato avrebbe potuto concretizzare un progetto dell'Asdp, del Comune, dell'Asl e della Capitaneria di Porto di Gaeta teso a individuare un'idonea allocazione alternativa ai banchi vendita al dettaglio dei prodotti ittici ubicati nel tratto di via Lungomare Caboto. All'epoca i giudici amministrativi avevano accolto un ricorso degli operatori concedendo la sospensione cautelare dell'ordinanza del Comune che aveva disposto lo sgombero del mercato ittico all'aperto per seri problemi igienico-sanitari. La discussione del merito è stata ora fissata per il 20 gennaio prossimo, ma intanto l'Autorità portuale sta valutando la possibilità di indire un nuovo bando pubblico per l'affidamento e l'uso della struttura coperta dell'ex Canaga, già completata da tempo ma non ancora messa in funzione. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma