CORONAVIRUS

Coronavirus e fase due: riaprono i mercati a Latina, Aprilia e Sermoneta

Venerdì 8 Maggio 2020

Riaprono i mercati su area pubblica per le sole attività dirette alla vendita di generi alimentari. E' una delle principali novità della fase due dell'emergenza Coronavirus.

Vedi anche» Mercati, a Latina prove generali di riapertura per gli ambulanti

A Latina il sindaco ha emesso una ordinanza grazie alla quale  torneranno operativi i mercati R6 (comunemente chiamato mercato del martedì), il mercato Q4, quello di Latina Scalo e quello di “Campagna Amica” a km 0 di Piazza del Popolo.  Sono autorizzate a riaprire soltanto le attività dirette alla vendita di generi alimentari con l’osservanza delle misure igienico-sanitarie. In particolare, gli operatori dei mercati dovranno mettere a disposizione guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani. Tutti, operatori e avventori, avranno l’obbligo utilizzare mascherine e guanti monouso e di mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro.
Domani, sabato 9 maggio, riaprono  il mercato Q4 e quello di Latina Scalo; • martedì 12 maggio il mercato R6 e sabato 16 maggio 2020 o “Campagna Amica” di Piazza del Popolo.

Riparte anche ad Aprilia, a partire dalla mattinata di domani, il mercato settimanale del sabato, limitatamente ai banchi che vendono esclusivamente generi alimentari, ad esclusione della somministrazione di alimenti e bevande. Ci sarà una diversa organizzazione degli spazi, tale da assicurare una maggiore distanza tra un banco ed un altro. L’orario di apertura al pubblico sarà dalle 8 alle 13

Domenica 10 maggio, invece, riprende il mercato settimanale di Monticchio, a Sermoneta. Ma con qualche novità, in linea con le prescrizioni del Governo: esclusivamente i banchi per la vendita di prodotti alimentari, ortofrutticoli e florovivaistici, ingresso contingentato e controllato dalla Polizia Locale e volontari della Protezione Civile e Anc,  obbligatorio indossare le mascherine e mantenere il distanziamento di almeno un metro tra le persone. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA