Caso discarica, parla Attilio Faiola (Fai Cisl): "Il nostro intervento decisivo, restiamo vigili"

Martedì 23 Febbraio 2021 di Davide Mancini
Attilio Faiola (Fai Cisl)

LATINA - Il parere negativo fornito dai consulenti del Comune relativamente al sito individuato per la discarica di Borgo Grappa, è stato accolto con soddisfazione da Attilio Faiola, operatore politico della Fai Cisl.

"Quando siamo venuti a conoscenza della volontà di realizzare il sito di stoccaggio del secco residuo vicino alla Plasmon, ci siamo immediatamente attivati come Fai Cisl e successivamente unitariamente, per chiedere alle autorità competenti un incontro chiarificatore. Abbiamo avuto la possibilità di dialogare con il sindaco di Latina Damiano Coletta e il presidente della provincia Carlo Medici. Durante il primo colloquio è stata confermata la volontà, oltre che la necessità come provincia, di individuare un sito e quello adiacente alla Plasmon era stato indicato come idoneo".

Una proposta che, secondo quanto riferito da Faiola, ha destato non poca preoccupazione all'interno dello stabilimento stesso, oltre che tra i cittadini residenti nell'area circostante: "Si è generata anche una strumentalizzazione politica, essendo tra l'altro in periodo di campagna elettorale. Abbiamo lavorato sodo, in maniera costruttiva, portando avanti fino in fondo il confronto conclusosi ieri mattina con l’incontro alla presenza del Prefetto, il Dott. Maurizio Falco.

Faiola rivendica i meriti del lavoro svolto dal suo staff: "Come Fai Cisl avevamo proposto questo appuntamento in prefettura perché ritenevamo troppo importante impedire anche solo un’ipotesi di discarica vicino ad un’azienda che produce alimenti per l’infanzia. Noi siamo la Federazione Agricola Alimentare Ambientale Industriale Italiana (FAI), gli argomenti su cui abbiamo posto l'attenzione sono stati due: uno apparentemente scongiurato che riguardava il settore industriale e quindi la Plasmon. L’altro, non meno importante, è quello ambientale, come federazione portiamo avanti da anni iniziative a sostegno dell’ambiente e del cosiddetto Green World".

La Fai Cisl continuerà a monitorare la situazione nei prossimi giorni: "Rimarremo vigili sugli sviluppi futuri - conclude Faiola - auspicando soluzioni ad impatto ambientale zero e scelte politiche in linea con quelle nazionale, dove a sostegno di questa tesi è stato da poco istituito il nuovo ministero per la Transizione Ecologica fortemente voluto dal Presidente del Consiglio Mario Draghi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA