Venezia, Paolo muore a 50 anni: poche ore prima aveva sposato la sua Ornella

Mercoledì 27 Gennaio 2021 di Nicola Benvenuti
Paolo Bordin

Addio a Paolo Bordin, imprenditore  del Piovese mancato nella sua casa di Campolongo Maggiore (Venezia), accudito dalla compagna di una vita, Ornella Santello, divenuta solo qualche giorno fa sua moglie, e dalle sorelle Adriana e Ida. Aveva 50 anni.

Coronavirus, imprenditore contagiato torna negativo ma muore dopo pochi giorni


Nel giugno del 2019 Bordin aveva scoperto di avere un tumore e non ha mai nascosto nulla del suo stato di salute, affrontando la malattia con coraggio e determinazione, fino all'ultimo. Si era dedicato con successo al benessere del prossimo: dalla storica palestra Crazy Body degli anni Ottanta in centro a Piove di Sacco, Paolo Bordin aveva creato un vero e proprio network di strutture sportive, nel Piovese, nel capoluogo e a Sant'Angelo, ma anche nel Veneziano, a Dolo e a Chioggia. Non solo palestre per allenare il corpo, ma anche luoghi di socializzazione: ecco dunque l'idea dei campi da calcetto coperti, realizzati negli anni scorsi, che poi nel fine settimana si trasformano in luogo dove organizzare feste di compleanno con gonfiabili e animatori.


ATTIVITÀ
Accanto a questa attività anche quella della ristorazione con la società Ristosystem, che gestisce numerosi bar nelle scuole, ma anche nelle istituzioni regionali. Bordin era stato assessore alla Cultura e allo sport per due mandati a Campolongo Maggiore nei primi anni 2000 e in quegli anni aveva avviato numerosi progetti che coinvolgevano i giovani anche riguardo la villa dell'ex boss Felice Maniero

Poi a Piove di Sacco, negli spazi delle sue società aveva creato il Crazy Lab, un vero e proprio incubatore di imprese, dove nuove attività imprenditoriali possono trovare un luogo adatto per essere sviluppate.
«Paolo è stato presente e vigile fino alla fine, preoccupato quasi più per noi e per le tante cose che gli facevano capo, più che per lui stesso», raccontano commosse le sorelle Ida e Adriana, che da sempre lo affiancano, insieme alla moglie Ornella e alla sorella di lei Francesca. E qualche giorno fa, sentendo la fine ormai vicina, ha voluto suggellare con il matrimonio la sua pluriennale unione sentimentale con Ornella. «Sono venuti a casa nostra il sindaco e il segretario comunale e alla presenza nostra, Paolo e Ornella si sono uniti in matrimonio», aggiungono commosse le sorelle.


INIZIATIVE BENEFICHE
Pur se ammalato Paolo Bordin non ha rinunciato a creare occasioni di solidarietà verso il prossimo: da anni ormai le sue attività collaborano con iniziative benefiche per la Fondazione Città della Speranza. E anche per i funerali, che sono in programma nel pomeriggio di sabato nel Duomo di Piove di Sacco, saranno raccolti fondi per questo scopo, devolvendo l'equivalente dei fiori, per sua preciso volere. Unanime e commosso il cordoglio della comunità piovese, che si unisce al dolore dei familiari di Paolo Bordin, inondando la rete con numerosi messaggi di ricordo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA