Perde una gamba per salvare l'amica, Giulia torna a casa dopo l'amputazione

Venerdì 14 Agosto 2020 di Nello Ferrigno

Questa mattina Giulia tornerà nella sua abitazione al quartiere Filangieri di Cava de’ Tirreni (Salerno). Ha trascorso due settimane nel reparto di ortopedia dell’ospedale di Nocera Inferiore per l’amputazione della gamba sinistra dopo essere stata investita da un’automobile. Era uscita di casa la sera del 31 luglio scorso felice e sorridente. Non sapeva che la sua vita sarebbe cambiata.

Salerno, Giulia perde una gamba a 18 anni per salvare l'amica, lei fa partire una raccolta fondi

Giulia Muscariello insieme alla sua amica del cuore, Chiara Memoli, avevano programmato una passeggiata al Mc Donald’s di Nocera Superiore. Erano sul muretto esterno al locale a chiacchierare e fare progetti come fanno due diciottenni. Poi i fari della Mini impazzita che abbagliano gli occhi di Giulia, il tempo di capire cosa stava per accadere, la spinta all’amica per metterla in salvo, l’impatto, il dolore, il sangue, il buio. La gamba di Giulia è irrimediabilmente compromessa.

«Non potevamo fare altro» ha raccontato il primario di ortopedia, Michele Cioffi, al papà di Giulia, Salvatore Muscariello. Dopo due giorni dall’intervento chirurgico Giulia ha iniziato un percorso psicologico, deve vincere una battaglia importante per riprendersi la vita e conquistare i suoi sogni. Le sue dimissioni erano state programmate per martedì scorso ma la famiglia avrebbe chiesto un paio di giorni «per organizzare a casa nuovi spazi per Giulia».

Nel frattempo la ragazza ha ritrovato il sorriso grazie anche al personale sanitario di ortopedia. «La stiamo coccolando», ha raccontato un infermiere. Chiara, l’amica del cuore, entrambe dovranno frequentare l’ultimo anno al liceo scientifico Genoino nella città metelliana, non è rimasta a guardare. La raccolta fondi che ha organizzato «per sostenere Giulia e la sua famiglia in tutte le spese che dovranno affrontare e per assicurarle il futuro che merita senza limitazioni» ha superato ogni aspettativa. Il primo obiettivo dei 20mila euro è stato superato in poche ore, così come il secondo di 40mila.

 

Ultimo aggiornamento: 15:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA