Guzzini, presidente Confindustria Macerata, si dimette dopo la frase choc sui morti: «Gravi le mie parole»

Guzzini, presidente Confindustria Macerata, si dimette dopo la frase choc sui morti: «Gravi le mie parole»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Dicembre 2020, 21:03 - Ultimo aggiornamento: 21:05

Dopo la frase choc sui morti, le dimissioni dalla carica di presidente Confindustria MacerataDomenico Guzzini si è dimesso dalla carica di presidente dopo la frase pronunciata l'altro ieri («la gente è stanca e se qualcuno muore, pazienza) parlando della ricadute economiche della pandemia, per la quale si era scusato ieri e l'avvio di una procedura da parte di Confindustria Macerata.

Guzzini (Confindustria Macerata) choc: «Bisogna riaprire e se qualcuno morirà, pazienza». Poi arrivano le scuse

Le scuse

Le dimissioni saranno formalizzate in occasione del Consiglio direttivo di domani 17 dicembre. In lettera ai soci, il presidente di F.lli Guzzini dice di avere sbagliato: «Mi dispiace anche per avere involontariamente coinvolto Confindustria - ha detto Guzzini -. Chi mi conosce sa quanto per me siano importanti e prioritari la salute, la famiglia e le persone. Per senso di responsabilità ritengo doveroso rassegnare le dimissioni da presidente di Confindustria Macerata che formalizzerò in occasione del direttivo convocato per giovedì 17 dicembre».

Sulla vicenda era stata avviata anche una procedura al Consiglio etico da parte di Confindustria, un passaggio che preludeva a possibili sanzioni ad una moral suasion o ad un passo indietro da parte dello stesso Guzzini. Che oggi è arrivato.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA