Funivia Mottarone, Giro d'Italia non passerà sul monte: la tappa cambierà percorso

Funivia Mottarone, Giro d'Italia non passerà sul monte: la tappa cambierà percorso
di Carlo Gugliotta
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Maggio 2021, 12:05 - Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 00:01

Il Giro d'Italia cambia percorso. Stavolta non è il maltempo a mettere in forse il tracciato di una tappa, come avvenuto ieri a Cortina. Venerdì 28 maggio la corsa rosa vivrà la sua terzultima frazione, la Abbiategrasso-Alpe di Mera, che prevede la scalata del Mottarone, con il transito in prossimità della funivia Stresa-Mottarone. Una tappa che la Regione Piemonte ha fortemente voluto per omaggiare Filippo Ganna, campione del mondo della cronometro che è nato e vive proprio nel verbano, sarà modificata in seguito alla tragedia avvenuta domenica scorsa, quando una cabina è caduta nel bosco staccandosi dalla fune portante, causando la morte delle persone che in quel momento erano a bordo. Cambiamento richiesto anche dal ministro Enrico Giovannini  e accolto dalla direzione del Giro.

 

LA NOTA - Come apprende l'Ansa, infatti, «Lìla direzione del 104/o Giro d'Italia di ciclismo - a seguito dei tragici eventi di domenica scorsa, che hanno coinvolto la funivia del Mottarone - e di concerto con il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, la Regione Piemonte e le altre istituzioni interessate, ha deciso di modificare il percorso della 19/a tappa della corsa rosa, in programma venerdì». «Il nuovo percorso sarà di 166 km e la partenza verrà data da Abbiategrasso alle 12,35. L'arrivo è previsto sempre tra le 17 e le 17,30.

L'APPELLO - "Sarebbe il caso di evitare il passaggio della Corsa Rosa, in modo da tenere lontani curiosi e morbosità, almeno in questo momento di lutto", aveva affermato l'assessore alla Protezione Civile Marco Gabusi, "anche al fine di non attirare curiosi e morbosità". 

L'INTERVENTO DEL MINISTRO - Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, aveva chiesto agli organizzatori del Giro di modificare il percorso della terzultima tappa della gara, che dovrebbe passare per la cima del Mottarone il 28 maggio, in rispetto delle vittime della tragedia della funivia, si legge in una nota. Nella riunione tecnica svoltasi ieri a Stresa con istituzioni e autorità locali, il Ministro aveva concordato sull'opportunità della modifica del tragitto e si era immediatamente attivato per contattare gli organizzatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA