Incidente sulla funivia del Mottarone. Precipita cabina, è strage

foto

Verbania, precipita la funivia Stresa-Mottarone, e sarebbero almeno 9 i morti. Due bambini, rimasti feriti in modo grave, sono stati trasportati d'urgenza all'ospedale Regina Margherita di Torino. L'incidente è avvenuto questa mattina, quando da poco la stessa funivia era stata rimessa in funzione. Secondo una primissima ricostruzione la fune dell’impianto ha ceduto poco prima dell’ultimo pilone, in uno dei punti più alti dell'impianto. A bordo c'erano 11 persone.

 

L'incidente a 300 metri dalla vetta

 

Il cedimento della fune si sarebbe verificato a 300 metri dalla vetta della montagna dove c'è la stazione di arrivo. La cabina è crollata in un tratto boscoso e impervio, dove le operazioni di soccorso non sono facili. Sul posto stanno lavorando i vigili del fuoco del comando provinciale di Verbania, quelli del distaccamento di Gravellona Toce e di Stresa, in azione anche un elicottero dei vigili del fuoco e due del 118.

 

Funivia Stresa-Mottarone, cos'è: dal lago Maggiore a 1491 metri d'altezza in 20 minuti, aveva riaperto da poco

 

 

 

 

 

Almeno 9 morti

 

Da una prima ricostruzione sarebbe rimasta coinvolta una sola cabina.

 

Due bambini gravi portati a Torino

 

Sulla cabina della funivia Stresa-Mottarone precipitata c'erano - secondo quando si apprende - 11 persone. Due bambini sono stati portati in codice rosso, con le eliambulanze, a Torino. L'incidente sarebbe stato causato dal cedimento di una fune, nella parte più alta del tragitto che, partendo dal lago Maggiore arriva a quota 1.491 metri.

 

Soccorso alpino: cabina accartocciata a terra

 

«La cabina della funivia è caduta da un punto relativamente alto e si è adagiata sul terreno ai piedi di un grande bosco. Ora appare sostanzialmente distrutta a terra - la cabina è di colore bianco e rosso - quasi completamente accartocciata, quindi la caduta è stata evidentemente significativa». Lo ha raccontato Walter Milan del Soccorso Alpino parlando in diretta con Rainews 24 sulla caduta della funivia che collega Stresa con Mottarone.

 

L'impianto era stato riaperto il 24 aprile

 

La funivia del Mottarone, dove oggi è avvenuto il tragico incidente con molte vittime, è stata aperta il 24 aprile dopo il periodo di chiusura dovuta alle restrizioni Covid. L'impianto collega il Piazzale Lido di Stresa alla vetta della montagna che divide il Lago Maggiore da quello di Orta. Un tratto panoramico della durata di 20 minuti diviso in due tronconi.

La funivia Stresa- Mottarone era stata chiusa nel 2014 e sottoposta a lavori di manutenzione ed era stata riaperta nel 2016. Un'altra lunga chiusura si era verificata alla fine degli anni '90. Nel luglio 2001 si era bloccata, in quel caso nel primo tratto dopo la partenza da Stresa ed stato necessario l'intervento dei soccorritori per portare in salvo una quarantina di turisti.

 

Gentiloni: «Lutto in una domenica che doveva essere di speranza»

 

«La tragedia della funivia di Stresa porta il lutto in una domenica che doveva essere di speranza. Penso al dolore infinito delle famiglie delle vittime di questo assurdo incidente». Così su twitter il commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni.

 

 

 

 

 

 

 

AstraZeneca, Speranza: «Stop vaccino per gli under 60»