COVID

Covid Lombardia, Brescia e nei comuni del Bergamasco zona arancione "rafforzata". Bertolaso: «È terza ondata»

Martedì 23 Febbraio 2021
1
Covid Lombardia, Brescia e 8 comuni del Bergamasco zona arancione "rafforzata". La Regione: «Dobbiamo contenere i contagi»

Zona arancione rafforata per Brescia e altri Comuni nel bergamasco, in Lombardia. La decisione attesa è arrivata per impedire la diffusione del Covid e delle varianti. L'ordinanza del presidente della Regione Attilio Fontana imporrà nella giornata di oggi, martedì 23 febbraio, le disposizioni più stringenti in tutta la provincia di Brescia e in alcuni Comuni della bergamasca. Lo ha spiegato la vicepresidente Letizia Moratti, in consiglio regionale. «È stata decisa una strategia di mitigazione e contenimento», sottolinea.

Dpcm zone, ipotesi nuovi parametri: più facile entrare in fascia rossa?

Quali sono i Comuni coinvolti

Tutta la Provincia di Brescia finirà in zona arancione «rafforzata». Saranno compresi anche i comuni di Viadanica, Predore San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Caleppio, Credaro e Gandosso in provincia di Bergamo e Soncino, in provincia di Cremona

 

 

Bertolaso: «A Brescia è arrivata la terza ondata»

«I dati mostrano che a Brescia è evidente una terza ondata: è il punto che va aggredito e su cui bisogna intervenire immediatamente». Guido Bertolaso, consulente alla vaccinazione in Lombardia, è netto nella sua comunicazione resa durante il Consiglio Regionale a Palazzo Pirelli a Milano. Dove inoltre ha ricordare che a preoccupare è soprattutto la presenza della variante inglese, che ha portato il direttore dell'assessorato al Welfare Giovanni Pavesi a elevare «il livello di attenzione delle rianimazioni da tre a quattro».

Perché è stato preso questo provvedimento

Il numero dei contagi e delle persone in terapia intensiva è aumentato negli ultimi giorni nei comuni della Regione Lombardia che sono diventati zona arancione «rafforzata». «Considerata l'ultima accelerazione nella provincia di Brescia, con l'aggravante delle varianti che nell'area sono presenti al 39% del totale dei casi - ha aggiunto la vicepresidente Moratti parlando in Consiglio regionale - abbiamo concordato con Ministero della Salute una strategia di mitigazione e contenimento del contagio». Sono stati infatti 1.245 i contagi nella scorsa settimana nel Bergamasco, in rialzo del 96% in soli 14 giorni. In aumento i ricoveri in Area Covid (262 contro 252) e quelli in Terapia intensiva (33 contro 29). Il rapporto tra contagiati e popolazione è al 3% in provincia e al 3,3% in città. Cresciuti anche i decessi (+11).

Cosa prevede la zona arancione «rafforzata»

In quest'area è sempre vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione (compresi bar, pasticcerie, gelaterie etc.). Questa una delle regole già previste nella zona arancione a cui si aggiungono:

  • Chiusura delle scuole d'infanzia, elementari e medie
  • Divieto di recarsi nelle seconde case
  • Utilizzo dello smart working dove possibile
  • Chiusura della attività in presenza

Ultimo aggiornamento: 16:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA