CORONAVIRUS

Coronavirus Roma e Milano, allarme di Federfarma: «Troppi furti nelle farmacie delle grandi città, boom di sciacalli»

Martedì 24 Marzo 2020
Coronavirus, allarme di Federfarma: «Troppi furti nelle farmacie delle grandi città»

«Purtroppo durante questo periodo, rapinatori sciacalli stanno colpendo le farmacie romane e delle grandi città. Essendo rimaste aperte quasi solo le farmacie, più facili da prendere di mira rispetto ai supermercati, si sono moltiplicati rapine e furti notturni con scasso. Per fortuna le forze dell'ordine ci stanno dando una mano, ma non possono stare dapertutto. Abbiamo paura». E' l'allarme di Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma e Lazio e vicepresidente Federfarma nazionale, in relazione all'emergenza coronavirus.

Rieti, coronavirus, Uil: «Le farmacie del territorio reatino lavorino in modalità battenti chiusi»

Contarina prosegue: «Sta accadendo quello che non dovrebbe accadere in tempi di come questi, di guerra: i prezzi sono liberi e il prezzo lo fa il mercato e quindi in carenza di mascherine i fornitori, e sottolineo i fornitori, hanno triplicato, quintuplicato i prezzi delle mascherine alle farmacie. Mi è capitato di leggere una mail che diceva 'purtroppo anche questa settimana il prezzo è aumentato del 16% per via della domanda e dell'offertà. E non è solo una, tutte le fatture sono così. Laddove miracolosamente arrivino mascherine, che non ci arrivano più, quelle chirurgiche che prima cosavano 20-50 centesimi ora costano 2,50 euro; le Ssp3 che cosavano 2 euro ora costano 8-9». 
 

Ultimo aggiornamento: 12:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA