CORONAVIRUS

Coronavirus, Confindustria: «Ripartire a breve in 4 regioni del Nord, con il lockdown il Paese si spegne»

Mercoledì 8 Aprile 2020
1
Coronavirus, Confindustria: «Ripartire a breve in 4 regioni del Nord»

Riaprire, con prudenza, ma riaprire. Presto. La Confindustria di Lombardia Emilia Romagna, Piemonte e Veneto hanno sottoscritto un agenda per la riapertura delle imprese e la difesa dei luoghi di lavoro e fronteggiare l'emergenza coronavirus. Se le quattro principali regioni del Nord che rappresentano il 45% del Pil italiano non riusciranno a ripartire nel «breve periodo il Paese rischia di spegnere definitivamente il proprio motore e ogni giorno che passa rappresenta un rischio in più di non riuscire più a rimetterlo in marcia».

Coronavirus, Confagricoltura favorevole a piano d'azione per stabilità mercati

Coronavirus, industrie chiuse a metà: sindacati verso lo sciopero

Gli industriali di Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto, sottolineano che «mai nella storia della Repubblica ci si è trovati ad affrontare una crisi sanitaria, sociale ed economica di queste proporzioni. In questo gravissimo contesto, la salute è certamente il bene primario, e ogni contributo affinché si possano alleviare e contrastare le conseguenze dell'epidemia è cruciale». Bisogna tuttavia essere «consapevoli - prosegue il documento - che all'emergenza sanitaria seguirà una profonda crisi economica: dobbiamo quindi essere in grado di affrontarla affinché non si trasformi in depressione e per farlo abbiamo bisogno innanzitutto di riaprire in sicurezza le imprese».
 

Ultimo aggiornamento: 9 Aprile, 00:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani