CORONAVIRUS

Coronavirus, in Emilia Romagna 85 nuovi contagiati e altri 7 morti. Primi 4 pazienti guariti

Martedì 3 Marzo 2020
Coronavirus, in Emilia Romagna 85 nuovi contagiati e altri 7 morti

In Emilia-Romagna il numero di casi positivi al coronavirus registrati fino a oggi sono 420, e 1.778 i test tampone refertati: sono 256 a Piacenza, 84 a Parma, 14 a Reggio Emilia, 33 a Modena, 6 a Bologna e 24 a Rimini, 1 a Forlì-Cesena, 2 a Ravenna. Sale ancora il numero dei decessi: complessivamente 18 le persone decedute in Emilia-Romagna, 7 in più rispetto a ieri pomeriggio, tutte con patologie pregresse. Tra questi due donne: una di 70 anni della provincia di Parma deceduta all'ospedale di Vaio (Pr), la seconda, ultraottantacinquenne lombarda, deceduta all'ospedale di Piacenza. Sono cinque gli altri morti registrati al nosocomio di Piacenza: quattro piacentini, rispettivamente 91,80, 86, 77 e un lodigiano di 77 anni. Ottantacinque i nuovi casi, rispetto ai 335 rilevati ieri pomeriggio: 44 a Piacenza, 23 a Parma, 6 a Reggio Emilia, 4 a Modena, 3 a Bologna e 5 a Rimini. Resta invariato il numero delle persone risultate positive a Ravenna (2) e a Forlì-Cesena (1). I nuovi pazienti, come la maggior parte delle persone risultate ad oggi positive, si trovano in condizioni non gravi. Sono molti i casi asintomatici o con sintomi modesti e 187 le persone in cura a casa, dove si trovano in isolamento. I ricoveri in terapia intensiva sono saliti a 24. Primi 4 pazienti guariti. 

L'appello della discoteca: «Sei stato a Le Grotte sabato e hai sintomi? Fai controlli»

Alla luce dell'emergenza coronavirus, nei territori più colpiti, «si sta facendo un lavoro straordinario per quanto complicato sia» perché si è di fronte «a una sfida inedita in cui non si conosce la natura del virus e che tipo di propagazione possa avere». Un lavoro compiuto «d'intesa con i colleghi e amici Fontana e Zaia», presidenti di Lombardia e Veneto «con cui ci sentiamo decine di volte al giorno e con il Governo italiano». È quanto sostenuto in una videoconferenza stampa, dal presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, intervenuto a Piacenza per fare il punto sulla situazione insieme ai sindaci del territorio collegati in video con la Prefettura della città emiliana. Quella piacentina è la provincia emiliano-romagnola più colpita dal virus. «Siamo venuti qui - ha argomentato - per far sentire anche fisicamente la vicinanza al territorio, alle istituzioni, alla popolazione». L'occasione per «ringraziare tutti i sindaci del territorio - ha proseguito Bonaccini - è tutti coloro che lavorano nella sanità, dal personale sanitario ai professionisti del settore, dai farmacisti ai medici di base che stanno facendo un lavoro straordinario lavoro. La prima misura - ha concluso - è il contenimento dell'emergenza sanitaria, il contrasto all' emergenza sanitaria e il primo fattore a contrasto alla crisi economica»

Coronavirus, Lufthansa e Ryanair tagliano i voli per il Nord Italia. Iata: «Crollo prenotazioni»

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani