CORONAVIRUS

Coronavirus, la mappa del contagio: 79 morti, 2.263 casi e 160 guariti

Lunedì 24 Febbraio 2020
1
Coronavirus, la mappa del contagio: 79 morti, 2.263 casi e 160 guariti

Coronavirus, ecco la mappa del contagio in Italia. Il numero dei casi acclarati è suddiviso per regioni e viene aggiornato con i dati forniti da ministero della Salute e protezione civile. È arrivato intorno alle ore 18 dalla protezione civile l'aggiornamento quotidiano sul coronavirus. Sono 2.263 i malati per coronavirus in Italia, con un incremento di 428 persone rispetto a ieri e 79 i morti, 27 in più. Il nuovo dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa alla Protezione Civile. A questi vanno aggiunti i 160 guariti (11 in più rispetto a ieri). Nel dettaglio, in Lombardia sono guarite 139 persone, 4 in Emilia Romagna, 7 in Veneto, 4 in Liguria, una in Toscana, nel Lazio 3 e in Sicilia 2. E ancora. Sono 1.034 le persone ricoverate negli ospedali, 1.000 le persone in isolamento a casa, 229 in terapia intensiva. Il totale dei tamponi effettuati è di 25.800. Secondo i dati, inoltre, l'88% dei malati è in tre regioni: Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

LEGGI ANCHE Coronavirus, ecco come prevenire il contagio: il decalogo


Fonte: Esri (società che gestisce un software di mapping, tecnologia di analisi di dati spaziali e di mappe)

LEGGI ANCHE Coronavirus: tasso di mortalità in base a età, sesso e malattie preesistenti

Questi sono i numeri verdi istituiti dalle Regioni italiane per rispondere alle richieste di informazioni sul coronavirus e sulle misure urgenti per il contenimento del contagio:

PIEMONTE: 800.333.444
VALLE D'AOSTA: 800.122.121
LOMBARDIA: 800.894.545
ALTO ADIGE: 800.751.751
VENETO: 800.462.340
FRIULI-VENEZIA GIULIA: 800.500.300
TOSCANA: 800.556.060
UMBRIA: 800.636.363
MARCHE: 800.936.677
EMILIA ROMAGNA 800033033
CAMPANIA 800909699

A questi si aggiungono il numero unico nazionale 1500 del Ministero della Salute e il 112 per la segnalazione dei casi.

Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità hanno messo a punto un decalogo anti-coronavirus. Da come igienizzare le superfici all'evitare di toccare gli occhi con le mani, dieci raccomandazioni per prevenire l'epidemia di Covid-19. Realizzato con l'adesione degli ordini professionali medici e delle principali società scientifiche e associazioni professionali, oltre che della Conferenza Stato Regioni, il manifesto è pubblicato sul sito di ministero e Iss, a disposizione di chiunque voglia diffonderlo via social o sotto forma di poster o pieghevole. Questi i dieci messaggi chiave:

1 Lavati spesso le mani.

2 Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.

3 Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani.

4 Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci.

5 Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.

6 Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

7 Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate.

8 I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi.

9 Contatta il Numero Verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni.

10 Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus.

Ultimo aggiornamento: 3 Marzo, 20:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

#poivorrei: cosa sognate di fare dopo la quarantena?

di Veronica Cursi