ANGELO BORRELLI

Coronavirus Italia, bollettino: in Italia 69.176 casi (+3.612), e 6.820 morti (+743). I guariti aumentano, sono 8.326 (+894)

Martedì 24 Marzo 2020

Sono 54.030, 3.612 più di ieri, le persone attualmente positive al Coronavirus in Italia secondo il bollettino diffuso dalla Protezione civile del 24 marzo 2020. Per il terzo giorno quindi, i contagi sono in calo: ieri erano 3.780. Dall'inizio dell'epidemia i contagi totali, comprensivi di guariti e deceduti, toccano quindi quota 69.176. Rispetto a ieri, i nuovi casi sono stati quindi 5.249.

Le vittime invece salgono a 6.820, ossia 743 più di ieri: si interrompe quindi parzialmente la tendenza positiva degli ultimi due giorni. Positivo il dato dei guariti, i quali, ha fatto sapere Angelo Borrelli, sono invece 8.326, ben 894 più di ieri. 
Coronavirus, Cdm approva la stretta anti-furbetti: ecco il nuovo decreto
Coronavirus, i benzinai annunciano la resa dopo due settimane d'assedio: «Non resistiamo»

IL BOLLETTINO DI OGGI 

È stato «firmato oggi tra Regione Lazio, ministero dell'Università e ricerca, ministero della Salute, Cnr e Spallanzani un protocollo per perseguire una progettualità mirata allo sviluppo e alla validazione, per poi procedere con la traslazione clinica, di un vaccino in grado di conferire protezione contro Sars-Covid-2». A ricordarlo il presidente del Consiglio superiore di sanità (Css), Franco Locatelli, in conferenza stampa dalla sede della Protezione civile, a Roma. «Mi sembra un passo assolutamente importante - ha commentato - che ancora una volta testimonia lo sforzo di tutte le realtà istituzionali del paese per trovare risposte più adeguate possibili».
 

Per quanto riguarda la diagnostica, ha spiegato Locatelli, al 20 marzo i laboratori sono aumentati a 77. C'è in corso una valutazione di approcci diagnostici per l'identificazione dell'Rna virale, il golden standard (il livello massimo, ndr), che possono ridurre i tempi tecnici rispetto ai test tradizionali, fino a tempi strettissimi».
 

 

Ultimo aggiornamento: 25 Marzo, 07:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA