Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Caldo, nuova ondata in arrivo? La proiezione: agosto con temperature oltre la media di 3 gradi (sopra i 35°C)

Le proiezioni del Centro Europeo prevedono un nuovo picco di calore in tutta Europa

Caldo, nuova ondata? L'estate bollente, tra fine luglio e inizio agosto temperature oltre la media di 3 gradi (sopra i 35°C)
3 Minuti di Lettura
Domenica 10 Luglio 2022, 21:18 - Ultimo aggiornamento: 12 Luglio, 12:37

Qualche giorno di respiro, ma il fresco sembra avere le ore contate. Una nuova ondata di calore è pronta ad abbattersi sull'Italia. E tra fine luglio e inizio agosto la situazione potrebbe diventare "bollente". Le proiezioni del Centro Europeo non sono confortanti: dalle previsioni emerge l'arrivo di nuovo anticiclone africano pronto a rialzare le temperature sopra le media degli scorsi anni, anche di tre gradi. 

Caldo, la nuova ondata

Secondo il Centro Europeo - riporta ilMeteo.it - nel periodo indicato andrà ulteriormente rafforzandosi il vasto campo di alta pressione di origine africana, destinato a imporsi in maniera sempre più significativa sul bacino del Mediterraneo. L'ultima proiezioneconferma infatti una tendenza votata al caldo nel periodo tradizionalmente clou delle vacanze italiane: le temperature arriveranno ben oltre la media di circa 3°C. Il dato preoccupante è che questa anomalia termica riguarda quasi tutto il continente, dalla penisola iberica fino alla Russia, a conferma dell'eccezionalità di questa estate che rischia di rientrare tra le più calde mai registrate in Europa.

 

Temperature sopra i 35 gradi

Per questo motivo è lecito parlare di "rischio" - spiega ilMeteo.it - in quanto nella pratica questo si traduce in ripetute ondate di caldo in arrivo dal cuore dell'Africa (deserto del Sahara), con punte massime pronte a schizzare ben oltre i 35 gradi, soprattutto in Val Padana, sulle zone interne delle due isole maggiori e su parte del Centro-Sud peninsulare. Queste fasi anomale e roventi andrebbero trattate come "ondate di maltempo" in quanto sappiamo bene i danni che provocano: siccità prolungate, problemi alla salute e non ultimo il pericolo di eventi meteo estremi. Infatti, tutto questo calore in eccesso aumenta anche l'energia potenziale in gioco con la conseguenza di avere grandinate e nubifragi ogni qual volta degli spifferi di aria fresca riescono a "bucare" lo scudo anticiclonico. Giusto quindi parlare di vacanze a rischio, anche se non esattamente per piogge e temporali, ma per un motivo diverso. L'estate dovrebbe quindi continuare su questo trend climatico, con continue vampate di aria calda dall'Africa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA