Bimba di due anni soffocata da una banana, è in condizioni critiche al Gemelli

Lunedì 25 Febbraio 2019
Bimba di due anni soffocata da un pezzo di banana: è gravissima al Gemelli di Roma

L'elettroencefalogramma eseguito in normotermia, dimostra la presenza di attività elettrica fortemente depressa. La prognosi resta riservata. Rimangono, quindi, estremamente critiche le condizioni della bimba di due anni, ricoverata nella Terapia Intensiva Pediatrica del Policlinico Gemelli di Roma, dopo un protratto arresto cardiaco perché aveva inalato un frammento di banana. È quanto si apprende da fonti sanitarie. La piccola è rimasta soffocata da un frammento di banana sabato mattina. Appena arrivata in ospedale la bimba aveva ricevuto una lunga rianimazione cardiopolmonare.

Cosa è successo. Un pezzetto di banana che le va di traverso, le vie aeree che si occludono, lei che diventa cianotica e non riesce più a respirare. E' ricoverata in gravissime condizioni al reparto di rianimazione pediatrica del policlinico Gemelli di Roma una bimba civitavecchiese di due anni, che sabato mattina ha rischiato di morire soffocata. La piccola era a casa, nella zona dell'ingresso sud della città, in compagnia del papà che le aveva appunto dato una banana per colazione. All'improvviso il dramma, con il genitore che ha prima cercato di aiutare la figlia e poi, vedendo che la bimba non riusciva a espellere il boccone andatole di traverso e a quindi a riprendersi, disperato, ha chiamato il 118.

L'ambulanza è arrivata nel giro di pochissimi minuti e il medico rianimatore che era a bordo è riuscito a togliere il pezzo di banana che provocava l'ostruzione. Quindi la piccola è stata caricata sull'ambulanza, dove è stata intubata, e trasportata, con una Volante della Polizia che la scortava a sirene spiegate, al Pronto soccorso del San Paolo, dove è giunta in arresto cardiaco. Anche in questo caso, l'estrema professionalità della dottoressa di turno nel reparto d'emergenza ha fatto sì che il cuore della piccola riprendesse a battere. Una volta stabilizzata la situazione, ma constatate le condizioni comunque gravissime della bambina, è stata allertata l'eliambulanza per il trasferimento al Gemelli. Il forte vento che soffiava sabato sulla città e il litorale ha però impedito che l'elicottero potesse alzarsi in volo e quindi è stato necessario effettuare il trasporto con un'ambulanza. Una volta giunta al policlinico romano, la piccola, assistita dai genitori, è stata sottoposta alle cure del caso e ricoverata in coma farmacologico, condizione in cui si trova tuttora. La prognosi rimane riservatissima.

L'auspicio, naturalmente, è che la bimba si possa salvare. Poi si dovrà verificare se il fatto che sia rimasta per alcuni minuti senza respirare le abbia causato dei danni cerebrali o bronchiali. Parenti, amici e vicini si sono stretti intorno ai genitori della piccola e la notizia, una volta diffusasi in città, ha suscitato commozione e grande solidarietà verso la famiglia della piccola.
 

Ultimo aggiornamento: 19:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani