Squalifica City, Wenger: «Le regole vanno rispettato, sanzioni giuste»

Lunedì 17 Febbraio 2020
1
La squalifica del City fa rumore, in Premier si fanno sentire. L'ex tecnico dell'Arsenal Arsene Wenger si è detto favorevole alle sanzioni dell'Uefa nei confronti del club e della squadra allenata da Guardiola. «Le regole sono come sono, e devono essere rispettate. Coloro che sono sorpresi a bypassarle devono essere puniti», ha spiegato Wenger in occasione dei Laureus World Sports Awards a Berlino. «Se è dimostrato che è stato fatto apposta, ci deve essere una punizione», ha sottolineato il 70enne tecnico francese che ha ricevuto il supporto durante una tavola rotonda dall'ex collega Fabio Capello. «È una decisione forte», ha dichiarato il 73enne italiano, manager dell'Inghilterra dal 2007 al 2012. «Sono sempre stato a favore del Fair play finanziario. Lo sport significa vincere e rispettare le regole. Se ciò non viene fatto, non è uno sport reale. Se partecipi ad una competizione, devi accettare le condizioni che ci sono». Il Manchester City è stato sanzionato dalla Uefa con il divieto a partecipare alle competizioni Europee 2020/21 e 2021/22, il City dovrà anche pagare una multa di 30 milioni di euro. Tuttavia, il club ha già annunciato che andrà al Tribunale sportivo internazionale (TAS) per contestare la sentenza Uefa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani