Bimba nasce con una malattia rara, la madre la rifiuta: «Non la voglio, è una maledizione»

Lunedì 25 Marzo 2019 di Alix Amer
Bimba nasce con una malattia rara, la madre la rifiuta: «Non la voglio, è una maledizione»

Una bambina è nata prematuramente affetta da una rara malattia che fa crescere la sua pelle sette volte più velocemente del solito. La mamma di 28 anni, che desidera rimanere anonima, ha dato alla luce la piccola in un ospedale gestito dal governo nel distretto di Patna, nel Bihar, nell’India orientale durante il fine settimana. Il bambino ha una malattia chiamata ittiosi arlecchino. I genitori, che si dice siano rimasti traumatizzati quando l’hanno vista, hanno detto «è una maledizione». E in un primo momento si sono rifiutati di prenderla. Poi l’hanno portata a casa, ma a quanto riferito la madre non vuole tenerla. «Non ho idea di come sia successo.

LEGGI ANCHE Acido caustico nel succo di frutta al bar: grave bimbo di 5 anni. La Procura sequestra la bevanda

Io e il resto della famiglia siamo completamente distrutti - ha detto - Sono scioccata perché non vedevo l’ora di diventare madre di un figlio sano, che fosse una ragazza o un ragazzo non mi importava». A poche ore dalla notizia della nascita della bambina, decine di curiosi sono accorsi in ospedale per vederla. I medici sono stati costretti a intervenire per mandare via il capannello di gente che si era creato all’ingresso. I media locali hanno riferito che la piccola è nata a 32 settimane, invece di 36 settimane. 
 

 

«Non ci sono stati problemi durante la consegna della bambina ai genitori. Pesava circa 2,5 kg, ha pianto come tutti i bambini appena è nata», ha detto il dottore Chaudhary. «Abbiamo mandato uno specialista a casa sua domenica per verificare le condizioni e ha riferito che stava bevendo latte - aggiunge - Tuttavia, l’abbiamo indirizzata al Patna Medical College and Hospital». I medici credono che la piccola non sopravviverà a lungo, perché nessuno dei suoi organi si è sviluppato correttamente. La probabilità di sopravvivenza di questi casi è solo uno su dieci milioni. Questa rara condizione genetica chiamata ittiosi arlecchino provoca ispessimento della pelle e deformità facciali.

Un medico ha detto che questo è probabilmente il secondo caso di ittiosi arlecchino in India. Il primo caso nel paese è stato segnalato nel giugno dello scorso anno quando una donna ha dato alla luce un bambino con ittiosi arlecchino al Lata Mangeshkar College and Hospital di Nagpur. Il bambino è sopravvissuto per sole 48 ore. «Questi bambini sono inclini a varie infezioni perché la pelle non è lì per proteggerli», ha detto il dottore AA Hai di Patna.

Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 13:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

E i topi brindano ai 100 giorni senza assessore all’ambiente

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma