Vaccino ai maturandi in provincia di Frosinone, la carica dei 4 mila. Contagi, mai cosi bassi negli ultimi 7 mesi

Vaccino ai maturandi in provincia di Frosinone, la carica dei 4 mila. Contagi, mai cosi bassi negli ultimi 7 mesi
di Vincenzo Caramadre
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Giugno 2021, 08:14 - Ultimo aggiornamento: 10:56

Il 2 giugno coincide con la doppia ondata di vaccinazioni di massa: agli studenti-maturandi e con l’open day con le dosi AstraZeneca a tutti i maggiorenni e l’avvio delle vaccinazioni nelle farmacie. Particolare entusiasmo c’è stato ieri in Ciociaria all’apertura delle sedi ai maturandi che in Ciociaria sono 4284, per un totale di 1428 inoculazioni di dosi Pfizer ogni 24 ore. A tutti è stata destinata una copia della Costituzione.

«I ragazzi sono stati felicissimi della considerazione riconosciuta loro dall’Asl di Frosinone e dallo Stato. Un dono davvero gradito, hanno promesso che leggeranno la Costituzione a fondo!» è stato il commenta del dottor Enrico Straccamore a lavoro insieme al suo staff.

Il massiccio piano vaccinale, al quale da ieri, come accennato, si aggiunta anche la somministrazione dei vaccini in 79 farmacie della provincia di Frosinone, ha determinato il crollo della curva dei contagi. Un andamento al ribasso ormai stabile da diverse settimane.

Ieri si è toccato il punto più basso con solo 7 nuovi casi su 896 tamponi eseguiti nella giornata di lunedì.

Il rapporto tra tamponi e nuovi positivi si è attestato allo 0,7 percento. Questa la mappa nei comuni: 2 casi a Sora e Supino. Un caso a Pico, Broccostella e Castelliri. I negativizzati sono stati 44, mentre non c’è stato nessun decesso.

Ma ieri in occasione della Feste della Repubblica c’è stato anche il punto sui controlli Covid. Accanto all’instancabile attività sanitaria c’è stata anche una fitta rete dei controlli da parte delle forze dell’ordine.

 A rendere nota l’attività di monitoraggio inerente i controlli per il contenimento della pandemia è stata la Prefettura di Frosinone. In totale oltre la metà dei Ciociari è stata sottoposta a controllo, per la precisione 275.426 persone alle quali le forze dell’ordine hanno eseguito controlli. Quelle sanzionate sono state 4.818, le persone denunciate per inosservanza del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione sono state 13, gli esercizi controllati 74.801 di cui 152 sanzionati. Locali e attività temporaneamente chiuse sono state 59.

Un crollo della curva dei contagi che si è rispecchiata anche a livello regionale, ieri su oltre 11mila tamponi molecolari (4.225 in più rispetto alle 24 ore precedenti) e quasi 15mila antigenici per un totale di oltre 26mila test, si sono registrati 195 nuovi casi, i decessi sono stati 10, i ricoverati 882. I guariti 2.036, le terapie intensive 145.

«Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,7 percento, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 0,7% i casi a Roma Città sono a quota 134. Per i maturandi: grande successo primo giorno di vaccinazione», è stato il commento dell’assessore regionale alla sanità Alessio D’Amato.

Ieri per la prima volta dopo almeno sette mesi nelle province laziali non ci sono stati decessi. Questa, invece, la mappa dei contagi: a Latina sette i nuovi casi, lo stesso e Rieti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA