Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Strage di via D'Amelio, spettacolo in tribunale per ricordare Borsellino e la scorta

Strage di via D'Amelio, spettacolo in tribunale per ricordare Borsellino e la scorta
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Luglio 2022, 08:52 - Ultimo aggiornamento: 09:03

Brucia la terra - Racconti di mafia: dal golpe di Corleone ai
giorni nostri. Un'utopia di verità. E' questo il titolo dello spettacolo in programma per oggi alle 19.30, nel piazzale antistante il tribunale di Frosinone. L'iniziativa, ideata e organizzata dall'Ordine degli Avvocati di Frosinone, di concerto con il Tribunale e la Procura della Repubblica, e realizzata con il contributo della Regione Lazio e il patrocinio della provincia di Frosinone, ha l'obiettivo di ricordare la morte del magistrato Paolo Borsellino a trent'anni dalla strage di via D'Amelio.

Un momento di riflessione su uno degli avvenimenti che, per impatto sociale e portata emotiva, ha letteralmente sconvolto l'intero Paese. «Ha letteralmente cambiato la storia dell'Italia», ha sostenuto il procuratore di Frosinone, Antonio Rosario Luigi Guerriero. Evidenzia il Procuratore: «La potente carica emotiva che avvenimenti come le stragi di Capaci, via D'Amelio e altre dopo di queste hanno avuto sulle sorti del nostro Paese si è tradotta concretamente nell'emanazione di una normativa efficace per colpire in modo duro ed esemplare non solo i mafiosi ma anche i loro patrimoni. Ricordare le storie di mafia è fondamentale soprattutto per le nuove generazioni: più che di consigli, spesso anche inutili e dannosi, i nostri ragazzi hanno bisogno di esempi concreti, attraverso i quali testimoniare storie di passione, sacrificio e coraggio. Nomi come Falcone, Borsellino ma anche Livatino, Calvosa e Alessandrini sono il frutto migliore di generazioni di magistrati chenhanno speso tutta la loro esistenza affinché l'operazione stragista, che tendeva a sovvertire principi e valori dello Stato democratico, fallisse. Iniziative come quella a cui assisteremo in tribunale conclude il Procuratore devono servire proprio a ricordare, chi per la giustizia ha pagato con la propria vita».

A portare in scena lo spettacolo saranno gli Aut Aut', il duo composto da Alessandro Cola ed Edoardo Fiorini, che alterneranno momenti di prosa a intermezzi musicali.
«Gli Uffici giudiziari di Frosinone sono le parole del presidente del Tribunale di Frosinone, dottor Paolo Sordi - hanno aderito con convinzione alla proposta del locale Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di promuovere un'iniziativa sicuramente originale, ma non per questo meno incisiva, per ricordare i 30 anni dalla strage di via D'Amelio. Infatti, se il luogo è quello in cui istituzionalmente vengono organizzati simili momenti di ricordo e diomaggio alla memoria di coloro che hanno preso la vita per servire lo Stato (vale a dire il Palazzo di giustizia), la modalità è poco usuale, consistendo in un monologo teatrale con accompagnamento musicale».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA