Valle del Sacco, registro dei tumori,
bilancio consolidato e strade:
via libera del Consiglio provinciale

Giovedì 6 Dicembre 2018


Via libera della Provincia al bilancio consolidato e al protocollo con la Regione Lazio per le strade.

«Le criticità della Valle del Sacco sono, già di fatto, una questione di interesse nazionale, anche grazie al lavoro delle istituzioni locali, dei sindaci e degli amministratori. La Provincia di Frosinone ha dato e sta continuando a dare il suo contributo: dalla convocazione del coordinamento dei sindaci alla richiesta di bonifica degli otto siti ritenuti più pericolosi, dall’intensificazione dei controlli sugli scarichi attraverso la polizia provinciale all’affidamento da parte della Procura, proprio ai nostri agenti, del coordinamento delle polizie locali. Anche oggi in audizione in Commissione agricoltura e ambiente del Consiglio regionale del Lazio abbiamo richiesto uno sforzo congiunto da parte di tutte le istituzioni contro il ripetersi degli episodi di inquinamento, una stretta sui controlli e, soprattutto, un intervento normativo che semplifichi e razionalizzi l’azione amministrativa degli enti locali sulla salvaguardia ambientale. Continueremo a fare azione di pressione sulle istituzioni, a partire dal ministero dell’Ambiente: occorre che ci sia una presa di coscienza del problema da parte di tutti e che si intervenga di conseguenza». È quanto affermato dal presidente della Provincia, Antonio Pompeo, a margine dell’approvazione del punto all’ordine del giorno del Consiglio sulla questione Valle del Sacco.
Via libera anche alla richiesta alla Regione Lazio per l’istituzione del Registro dei tumori.
Il Consiglio provinciale, inoltre, ha dato il via libera al bilancio consolidato per realizzare il principio dell’armonizzazione dei sistemi contabili degli enti locali e dei loro organismi.
Approvato anche un altro adempimento di legge, quello sulle tariffe delle assicurazioni e trascrizioni, rimaste anche per quest’anno invariate.
Infine, è stato approvato lo schema di protocollo di intesa con la Regione Lazio per il passaggio ad Astral della competenza su alcune strade provinciali che presentano caratteristiche di alta densità di traffico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA