Energie rinnovabili: investimenti quadruplicati dal 2005

Mercoledì 7 Novembre 2018
L'energia rinnovabile attira sempre di più gli investitori. Dal 2005 in Italia gli investimenti, sia nazionali che internazionali, in questo campo sono quadruplicati.  Il solare è l'energia rinnovabile che richiama di più: circa il 56% dei fondi sono stati destinati ai progetti legati a questo settore. Il 38%, invece, è andato a progetti del settore eolico. È quanto è stato rilevato dai dati presentati durante l'ultima giornata degli Stati Generali della Green Economy. 

Gli investimenti per le energie rinnovabili sono anche andati bene a livello globale: hanno superato, infatti, quelli per i combustibili fossili. Inoltre sono aumentati gli istituti finanziari che stanno emettendo obbligazioni "green" ed è cresciuto il disinvestimento dalle fonti fossili. Al 2017 circa 800 sono stati i soggetti istituzionali e privati che hanno disinvestito dalle fossili 6.000 miliardi di dollari.

Secondo uno studio americano, le energie rinnovabili e i settori a basse emissioni di carbonio producono più posti di lavoro per unità di energia prodotta rispetto al settore dei combustibili fossili. Per esempio nell'anno scorso il settore fotovoltaico ha visto aumentare l'occupazione nel suo settore dell'8,7%. L'industria eolica, invece, dà lavoro a 1,1 milioni di persone a livello globale mentre nei biocarburanti l'occupazione è stimata in 1,93 milioni di persone con un aumento del 12%.

Per il 2030 si prevede una creazione di 18 milioni di posti di lavoro nel settore delle rinnovabili. 

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il manuale dei viaggiatori per evitare i borseggiatori di Roma

di Mauro Evengelisti